• Tempo di lettura:2Minuti

Finalmente Sami Khedira ha lasciato la Juve. Il centrocampista tedesco è arrivato in bianconero nel 2015, ma ha giocato con continuità solo nelle prime tre stagioni.

Alla soglie dei 34 anni di età, vanta un palmares di tutto rispetto. Tra i titoli in bacheca annoveriamo un Mondiale, una Champions, una Liga, una Bundesliga, cinque Serie A, una Supercoppa UEFA, un Mondiale per club e una serie di coppe nazionali.

Decisivo, grazie ai suoi nove gol, per lo scudetto 2017/2018, il tedesco ha collezionato appena 35 presenze totali nelle stagioni successive! Tolto uno spezzone contro il Milan a giugno, la sua ultima presenza completa risale al 23 novembre 2019, ovvero 14 mesi fa.

Il tedesco percepisce 6 milioni di euro netti a stagione (il netto è circa il 55% del lordo), ovvero 500.000 euro netti al mese. Pertanto, da inattivo ha percepito 7 milioni di euro netti (alla Juve è costato, pertanto, circa 13 milioni da novembre 2019 ad oggi)!

Considerando invece l’ultimo rinnovo, avvenuto a settembre 2018, con lo stipendio passato a 6 milioni di euro, Khedira ha percepito, partendo da ottobre dello stesso anno fino ad adesso, ben 13.500.000 netti (costando alla Juve circa 25 milioni lordi!) per disputare la miseria di 35 partite tra tutte le competizioni.

Infine, un dato statistico sulla scorsa stagione con Sarri alla guida. Con Sami Khedira in campo, i bianconeri hanno vinto 15 partite e ne hanno pareggiate 3, mentre le sconfitte sono state zero. Sarà quasi certamente un caso, ma da quando il tedesco si è infortunato la Juve di Sarri ha tenuto una media nettamente inferiore.