Juve Thiago Motta

Ieri mattina è iniziata ufficialmente l’era di Thiago Motta alla Juventus.
Il nuovo allenatore ha accolto alla Continassa alcuni giocatori come Manuel Locatelli, Matias Soulè, Arthur Melo e Mattia Perin. Anche il neo acquisto Khephren Thuram, ufficializzato ieri pomeriggio, ha avuto modo di allenarsi con la sua nuova squadra.
Oggi alla Continassa è tempo di incontrare la dirigenza infatti il presidente di Exor John Elkann, la holding che controlla la Juventus, è appena arrivato nella sede del club bianconero.

Con lui sono attesi anche il Presidente Gianluca Ferrero e l’ad Maurizio Scanavino. L’obiettivo è chiaro: parlare con il nuovo tecnico e con la squadra, quei pochi giocatori presenti, per iniziare a tracciare le linee guida del progetto della Juve per la prossima stagione.
Molto probabilmente questa sarà anche l’occasione per parlare dei tagli che Thiago Motta vuole apportare alla rosa dato che alcuni giocatori non rientrano nei suoi piani.

I TAGLI DI THIAGO MOTTA


Partendo dall’attacco, dopo la cessione di Moise Kean alla Fiorentina, anche Arek Milik pur avendo un contratto fino al 2026, è prossimo a lasciare la Juve in estate.
A centrocampo, soprattutto dopo gli acquisti di Douglas Luiz e Khephren Thuram, ci sono diversi giocatori in esubero. Fuori dai piani della Juventus c’è sicuramente il brasiliano Arthur Melo, centrocampista centrale reduce da una buona stagione in prestito alla Fiorentina. Per lui ora Giuntoli cerca una soluzione a titolo definitivo e la sua valutazione di mercato si aggira sui 15 milioni di euro. In uscita anche Weston McKennie. Lo statunitense nelle scorse settimane ha rifiutato il trasferimento all’Aston Villa, costringendo la Juve a cedere Barrenechea, e ha un altro anno di contratto con la Juve. Il club però gli ha comunicato che deve trovarsi una sistemazione anche se, al momento, non ci sono offerte che lo riguardano.
Spostandoci sulla fascia sinistra anche Filip Kostic non compare nella lista degli incedibili pur avendo ancora due anni di contratto. Il serbo, reduce da una stagione per niente brillante, non rispecchia le idee di gioco del nuovo mister. Su di lui si vocifera l’interesse di Napoli e Atletico Madrid.
E Manuel Locatelli? Ieri il centrocampista, reduce dalla delusione per la mancata convocazione in Nazionale, era presente al JMedical e si è allenato davanti agli occhi di Thiago Motta. Osservato speciale, in quanto non idoneo al ruolo di regista pensato per lui dall’ex tecnico bianconero Allegri, ha ricevuto delle offerte dal Marsiglia ma non è detto che lascerà la Juve. Probabilmente cambierà ruolo, quello sì.
Infine in difesa i due nomi prossimi alla partenza sono Daniele Rugani e Mattia De Sciglio, entrambi non funzionali al gioco del nuovo allenatore.