Avevano fatto scalpore le parole che sapevano di resa da parte di Paul Pogba di alcuni giorni fa, ma queste erano state estrapolate da un’intervista di qualche anno fa ed escluse dal loro contesto. Ora, direttamente dalla Germania dalla quale sta seguendo la sua Francia a Euro2024, il centrocampista rilascia alcune dichiarazioni a Sky Sport: “Se non vedete un mio video in cui dico di smettere con il calcio è perché sono ancora un calciatore. Sono ancora qua, sono positivo e ho un’opportunità di combattere quella che per me è un’ingiustizia. Vediamo, le cose andranno meglio. Questa intervista io non so se l’avete vista tutta, ma hanno messo solo una parte in cui neanche avevo finito di parlare. Non ho mai detto che Pogba non esiste più, Pogba è qua”.

Pogba prosegue: “Riguardatevi il video, dopo ho detto altre cose. Mi sento ancora calciatore, mi sto allenando e in questi momenti devo essere solo positivo. Sto passando tanto tempo con la famiglia, vedo crescere i bambini. Non sto facendo la cosa che amo, ovvero il calcio, ma ho tanta voglia di tornare. Mi sento come un bambino che vuole diventare professionista. Dalle ultime notizie, sono ancora un giocatore della Juventus e penso dobbiate parlare con loro. Io ho un contratto. Non ho ancora potuto ancora parlare né col direttore né con l’allenatore; penso che aspettino l’appello. Il resto chiedetelo a loro“.