skriniar slovacchia

Alle 18:00 al Deutsche Bank Park di Francoforte va in scena Slovacchia-Romania, partita valida per il Girone E. Il raggruppamento che vede presente anche Belgio ed Ucraina, e quello più equilibrato di questo Euro2024. Partita che fatica a decollare ma già nel primo tempo la Slovacchia trova il vantaggio con Duda, poi raggiunta dalla Romania con il rigore di Marin.

Partita che termina 1-1 e che qualifica entrambe le squadre per la prossima fase, secondo tempo con nessuna emozione, nel quale predomina la noia.

Marin risponde a Duda su rigore: Slovacchia-Romania 1-1

Inizio di partita con poche emozioni fino al 24esimo quando un bel colpo di testa di Duda, dopo un bel cross di Kucka batte il portiere rumeno per il vantaggio degli slovacchi che si portano in testa al girone E. Romania che ci prova a pareggiare la gara al 33esimo con Andrei Ratiu. Il calciatore batte il suo diretto avversario e tira un missile dal limite. Martin Dubravka vede partire il pallone all’ultimo ma riesce ad evitare che si infili sotto la traversa.

Al 35esimo la Romania batte un calcio di rigore con Marin, che batte Dubravka per il pareggio dei rumeni, 1-1 contro la Slovacchia. Primo tempo che termina senza ulteriori emozioni e che vede le due squadre andare negli spogliatoi in pareggio, che potrebbe andare bene per entrambe, portandole alla qualificazione al prossimo turno.

Ucraina e Slovacchia non si fanno male, il match termina 1-1

Secondo tempo che vede la Slovacchia attaccare per tornare in vantaggio, ma Romania che si difende bene. Ancora la Romania che prova a passare in vantaggio con un bel destro di Marin al 60esimo, ma Dubravka la respinge. Sulla ribattuta dell’estremo difensore, ci riprova Dragus che scheggia la trasversa.

Non si fa attendere la risposta della Slovacchia con Strelec, che viene imbeccato perfettamente da un compagno, supera Dragusin, ma non Nita che lo blocca con un bell’intervento. Ancora Slovacchia dopo 2 minuti con Haraslin che si accentra e tira, ma la sfera sfiora di poca il palo alla sinistra del portiere.

Partita completamente addormentata, un pareggio che sta bene alle due squadre, che quindi non si vogliono fare del male a vicenda. Nessuna emozione, nessuna azione e poco interesse a giocare, unico interesse reciproco è far passare il tempo per chiudere i 90 minuti indenni. Partita che finisce 1-1 e che qualifica la Romania e la Slovacchia che passa per terza nel girone.