Nel turno infrasettimanale di Serie B del Primo maggio il Parma ha conquistato la promozione in Serie A con tre giornate d’anticipo Ai ducali è bastato il pareggio nella sfida contro al Bari, visto la sconfitta del Venezia in casa del Catanzaro. Domani, domenica 5 maggio, i gialloblù ospiteranno al Tardini la Cremonese, altra candidata al salto di categoria. La sfida tra la squadra di Pecchia e il suo recente passato è il big match della trentasettesima giornata del campionato di Serie B.

Nella gara di andata, disputatasi lo scorso 1 ottobre in occasione del settimo turno del torneo cadetto, il Parma ha espugnato lo Zini di Cremona imponendosi per 1-2. In quell’occasione i protagonisti furono Hernani e Man per gli emiliani, mentre per i grigiorossi andò a segno Castagnetti. Nella gara di domani i crociati riceveranno l’abbraccio del proprio pubblico, ancora festante dopo il ritorno in massima serie dopo tre anni di assenza. Dall’altra parte, invece, gli uomini di Stroppa proveranno a tornare a casa con un risultato utile che gli consentirebbe di blindare la quarta posizione in classifica e, in caso di un altro passo falso del Venezia, tentare il sorpasso per il terzo posto.

Foto twitter account Parma

L’allenatore del Parma, Fabio Pecchia, ha presentato in conferenza stampa il big match con la Cremonese valido per la trentasettesima giornata di Serie B, come riportato da Parmalive.

“Sembra passata un’eternità da Bari, anche se era solo poche ore fa. Quella gioia è rimasta dentro di noi, ma il campionato non è finito, va ancora giocato. La partita è domani, contro un bell’avversario, vogliamo vincere. Di fronte troveremo una squadra di qualità e forza fisica nel reparto arretrato. Una squadra esperta, nelle ultime settimane ha perso terreno, ma è una squadra che per diversi mesi ha dato l’impressione di potersela giocare fino in fondo per i primi posti. Dovremo mantenere un ritmo elevato, loro con la palla sono molto bravi a gestirla ed indirizzare la partita. 

Di fronte troveremo una squadra di qualità e forza fisica nel reparto arretrato. Una squadra esperta, nelle ultime settimane ha perso terreno, ma è una squadra che per diversi mesi ha dato l’impressione di potersela giocare fino in fondo per i primi posti. Dovremo mantenere un ritmo elevato, loro con la palla sono molto bravi a gestirla ed indirizzare la partita. 

Sono valutazioni da fare (turnover in porta ndr), mi piace tenere delle gerarchie tra i pali. Corvi ci ha dato una mano enorme l’anno scorso, in questa stagione ha fatto bene anche in Coppa. Potrebbe avere spazio ma non è un premio. La partita ha lasciato scorie quindi serve la gente che sta meglio. Non so se si chiude un cerchio, per me con la Cremonese il cerchio si è chiuso con i festeggiamenti della Serie A. Domani ci sono tanti miei ex giocatori, vorranno giocarsela alla grande, dobbiamo tenergli testa e giocarci questo primo posto”.