lisci levante

La trentaseiesima giornata di Liga, si è conclusa con un primo verdetto. Infatti, si è giocata Real Madrid-Levante, finita 6-0 per i padroni di casa, che ha sancito l’aritmetica retrocessione dei “granotas” in Segunda divisiòn.

Partono subito forte i blancos che, al quarto d’ora, sono già sul 2-0, con gol di Mendy e del solito Benzema, che così raggiunge, al secondo posto della classifica dei marcatori più prolifici di tutti i tempi della storia delle merengue, una leggenda come Raul, a 323 gol. Al primo posto troviamo Cristiano Ronaldo. Chiudono le marcature Rodrigo e una tripletta di Vinicius Junior.

Il Levante, allenato dal romano Alessio Lisci, subentrato a Gavi Pereyra, è fanalino di coda della Liga con 29 punti. Lisci è un classe ’85, ha iniziato la carriera da allenatore molto giovane, già nel 2009 quando ha prima allenato i giovanissimi dei biancocelesti, successivamente gli esordienti, poi si è trasferito a Valencia, dove da dieci anni è con il Levante.

Inizialmente anche nel Levante ha allenato le giovanili fino al 2021, da qualche mese è stato chiamato ad allenare la prima squadra. Lisci era stato chiamato come “traghettatore” ma alla fine ha convinto e, probabilmente, anche se è arrivata la retrocessione, verrà riconfermato per cercare di riportare nuovamente il Levante in Liga.