napoli southgate

Paese che vai usanze che trovi, ma nel caso dell’Inghilterra forse è il caso di dire “paese che vai usanze che porti”. Il CT Southgate, alla vigilia della gara contro l’Iran, ha risposto a domande poco inerenti alla partita in sé e molto improntate su quella che non viene presentata dalla stampa inglese come una semplice gara, ma come uno scontro di civiltà differenti. Il tecnico inglese ha provato a dribblare il lato politico della gara cercando di riportare il tutto sul piano del semplice gioco ma il Mondiale è anche questo:

“Negli ultimi mesi i nostri media mi hanno fatto un sacco di domande di tipo politico – dice Southgate –, ma lo capisco vista la posizione che occupo. Io posso solo dire che rispetto gli iraniani, hanno qualità e nell’ultimo Mondiale, con Carlos (il ct Queiroz ndr) avevano un’ottima organizzazione di gioco”.

Southgate comunica le scelta dell’Inghilterra: “Mondiale troppo importante, ci inginocchieremo”

inghilterra iran black lives matter

La domanda sull’eventuale inginocchiamento a inizio gara invece viene presa di petto dal CT che, per quanto diplomatico, annuncia la scelta della sua squadra:

“Abbiamo discusso fra noi se fosse il caso di inginocchiarci prima della partita, del resto è ciò che abbiamo fatto per molto tempo. So che in Premier League le squadre ora lo fanno solo nei big match, ma questo, i Mondiali, è il palcoscenico maggiore che c’è e quindi il nostro vorrà essere un messaggio forte a favore dell’inclusività per i giovani di tutto il mondo”

Non solo Iran, perché l’Inghilterra sta soffrendo un periodo politico ed economico molto difficile che è una leva per i Tre Leoni. Southgate sa bene quanto “sollievo” possa portare un bel Mondiale, quanto possa distrarre la gente dalle difficoltà quotidiane e compattare una nazione come quella inglese:  

“Quanto al nostro, di paese, so che in questo momento per molti la vita si è fatta difficile. E’ in atto una recessione economica che colpisce molti e quindi vorremmo che il nostro viaggio portasse felicità alla gente”

Seguici anche su Instagram!