• Tempo di lettura:2Minuti

Daniele Orsato di Schio è stato designato come il direttore di gara di Fiorentina-Juventus. L’arbitro veneto torna quindi ad arbitrare un match di cartello dopo Inter-Juve dello scorso maggio. Come noto, in quella partita Orsato si rese protagonista di una prestazione arbitrale scadente, che gli valse la sospensione comminata dai vertici AIA.

Qualcuno ha tuttavia erroneamente affermato che anche in Europa Orsato è stato relegato ad arbitrare match di seconda fascia, ma la realtà è diversa. Orsato ha difatti diretto finora in UCL:

Manchester City – Lione (1^giornata), Atletico Madrid – Borussia Dortmund (4^giornata) Bayern Monaco – Benfica (5^giornata, ossia martedì). Tutte gare di alto livello, cioè partite tra squadre di 1^e 2^ fascia ai sorteggi.

Il suo rientro in serie A come arbitro in un match della Juventus ha portato dietro di sé un’ondata di polemiche e complottismo.

Secondo la prima corrente, Orsato sarebbe stato chiamato in causa perché la Juve sarebbe in difficoltà e l’arbitro di Schio la favorirebbe. I Viola stanno rimarcando il fatto che con Orsato hanno vinto solo una gara casalinga in nove stagioni. La realtà è diversa, in quanto la Juve ha accumulato già un vantaggio enorme sulle concorrenti, è perfettamente in grado di vincere a Firenze e non ci sarebbe ovviamente alcun interesse a favorirla.

La seconda corrente di pensiero sostiene invece il fatto che Orsato potrebbe sentirsi condizionato e, pertanto, fischiare contro la Juventus e sfavorire i bianconeri. Altra teoria piuttosto bizzarra, in quanto Orsato avrebbe piuttosto tutto l’interesse ad arbitrare nel migliore dei modi e puntare a una sfilza di 7 in pagella.

In Inter-Juventus ha sbagliato e questo è palese, ma perché non potrebbe essersi trattato di una giornata no? La punizione è stata giusta; come tutti gli arbitri che hanno sbagliato, Orsato ha pagato e poi ha scontato la pena. Adesso tornerà ad arbitrare una partita di vertice in serie A, cosa che ha fatto tante volte e molto bene nella maggior parte dei casi.

Ribadiamo che l’arbitro di Schio ha tutto l’interesse affinché l’arbitraggio sia perfetto e non scontenti nessuna delle due squadre e tifoserie. Poi gli arbitri sono umani e gli errori possono capitare…