• Tempo di lettura:3Minuti

Sérgio Conceição sta facendo cose straordinarie quest’anno con il Porto.

Dopo Aves-Porto 0-1 i Dragões sono arrivati a quota 17 vittorie consecutive tra tutte le competizioni. Si tratta del record di tutta la storia del club portoghese. Il record assoluto è invece molto lontano: il mitico Ajax degli anni 70 vinse 26 partite consecutive e, recentemente, i gallesi dei The New Saints hanno raggiunto quota 27.

Il miglior risultato di sempre nei 125 anni di storia del Porto porta l’impronta indelebile di Sérgio Conceição. Quando l’ex laziale giocava con il Porto a fine anni ’90 e nell’ultimo breve stint del 2004, la squadra della città Invicta dominava in Portogallo ed era uno squadrone a livello europeo. Nell’estate 2017, periodo in cui è stato scelto come nuovo allenatore dei Dragões, la squadra veniva da anni deludenti. Il Benfica dominava la scena in Portogallo e il Porto era relegato a giocarsi il secondo posto. Da un po’ il presidente del Benfica Vieira ha deciso di incassare soltanto, investendo cifre bassissime, e a quel punto il Porto si è ripreso la leadership.

Il Porto ha dovuto sottostare ai paletti del Fair Play Finanziario, ma la situazione economica è sensibilmente migliorata. Sérgio Conceição si è rivelato non solo un grande motivatore, ma un tattico astuto e flessibile, trasformando completamente alcuni calciatori che il Porto aveva precedentemente scartato. Moussa Marega e Sérgio Oliveira si sono presi il posto da titolare, mentre Héctor Herrera e Ricardo Pereira hanno finalmente migliorato le proprie prestazioni. Il primo anno del tecnico di Coimbra è stato un anno in cui la società ha disinvestito ma, complici anche i disinvestimenti del Benfica e l’incapacità dello Sporting, il Porto è riuscito a vincere il titolo. E il merito va attribuito oggettivamente al lavoro del tecnico.

Quest’anno il Porto è primissimo in campionato, ha vinto il girone di Champions (affronterà la Roma agli ottavi in un match che si preannuncia equilibrato), è in semifinale di coppa di lega e ai quarti di coppa del Portogallo. Chiaramente la Champions non è un obiettivo fattibile, ma le possibilità di fare en plein a livello nazionale sono concrete.

Quello che impressiona della squadra di Sérgio Conceição è il carattere: in 5 degli ultimi 6 match, il Porto ha rimontato riuscendo a vincere da situazione di svantaggio. L’ultimo record era stato raggiunto nel 1984/1985, ma Artur Jorge ottenne 15 vittorie consecutive. L’allenatore inglese vinse poi la Coppa Campioni due stagioni dopo. Successivamente, Bobby Robson, José Mourinho, Jesualdo Ferreira e André Villas-Boas hanno tutti costruito una squadra temibile sia in Portogallo sia in Europa, ma nessuno di loro ha raggiunto il record di Sérgio Conceição.

Vincenzo Di Maso