• Tempo di lettura:2Minuti

Abbiamo parlato pochi giorni fa dell’interesse della Juventus per riportare a casa Paul Pogba. Il francese ha chiesto la cessione e vuole andare a giocare in squadre più competitive. La richiesta è stata fatta alla dirigenza e Pogba la reitererà anche al tecnico Ole Gunnar Solskjaer. Il centrocampista francese è attratto sia dalla Juventus che dal Real Madrid. Paul Pogba è uscito allo scoperto poco più di due settimane fa, aprendo concretamente all’addio: “Credo che per me sarebbe il momento giusto per una nuova sfida da qualche altra parte. Sto pensando a questo”.

L’offensiva del Real

Le Merengues hanno già intrapreso accordi con Mino Raiola. La richiesta del Manchester United è di 150 milioni di euro. L’ipotesi Bale è stata avanzata dai media inglesi. Non trova riscontro la notizia di un’offerta che includerebbe l’esterno gallese e un bel quantitativo di cash.

Fatto sta che Zidane ha chiesto il centrocampista francese e Florentino farà di tutto per accontentarlo. I Red Devils chiedono quella cifra folle, ma non sono nella condizione di poter opporre troppa resistenza, vista la volontà del ragazzo di andare via.

Juve e Real devono cedere

Sia Real che Juventus devono prima cedere. Le Merengues hanno già investito quasi 300 milioni, mentre i bianconeri hanno acquistato calciatori dagli ingaggi pesanti, fermo restando quanto previsto dal Decreto Crescita. Matuidi potrebbe fare il percorso inverso, andando al Manchester United, ma la trattativa è assolutamente slegata da quella per Pogba.

I sacrifici che potrebbe fare la Juve

L’addio di Pogba allo United è, pertanto, quasi certo. La Juve sa di avere il gradimento del calciatore, ma l’avversario è dei più duri. Con Florentino Perez scatenato come nel 2009 il Pogback sarebbe tutt’altro che semplice. Sarà appunto fondamentale cedere qualcuno. Non risultano inserimenti di Paulo Dybala nella trattativa, considerando tra l’altro che il giocatore è molto apprezzato da Maurizio Sarri. Per prendere il francese la Juve dovrebbe cedere un calciatore offensivo di primo piano, oltre a liberarsi degli ingaggi di Higuain e Mandzukic. Alternative sono date dalle cessioni di Kean e Cancelo (sì, ancora lui), mentre risulta molto difficile pensare alla cessione di centrocampisti che sarebbero elementi chiave nel gioco di Sarri.