• Tempo di lettura:2Minuti

Pep Guardiola alla Juve è un’ipotesi che sta prendendo piede. Se fino a qualche giorno fa la possibilità sembrava molto difficile, adesso ci sono state delle evoluzioni.

In primo luogo, Guardiola ha già intrapreso contatti con Agnelli da settimane. Il tecnico catalano ha utilizzato lo stesso modus operandi portato avanti prima di accettare il City, in quanto ebbe delle conversazioni con il club inglese quando era alla guida del Bayern. Stesso discorso prima di accettare i bavaresi, in quanto Guardiola intraprese contatti con Hoeness e lo stesso Heynckes, tecnico che poi si sarebbe ritirato.

Abbiamo avuto questa notizia da ambienti molto vicini alla società bianconera, dove non si parla d’altro. C’è grandissimo ottimismo di portare a casa Pep Guardiola, il quale già ha dato il suo “sì” e sarebbe entusiasta di allenare i bianconeri.

Andrea Agnelli sta facendo di tutto per portare Guardiola alla Juve ed è disposto anche a trattare con il City per liberarlo, forte della volontà dell’allenatore, che è assolutamente certa e appurata.

Intanto, ed è notizia fresca, il Manchester City è stato deferito nell’ambito delle indagini sul rispetto del Fair Play Finanziario dalla camera di investigazione dell’Organo di Controllo Finanziario dei Club UEFA (CFCB). Allo stato attuale è prematuro parlare di sanzioni o fare previsione alcuna, ma questa situazione di incertezza per quanto riguarda i Citizens viene senza dubbio in soccorso alla Juve.

In conclusione, la volontà reciproca da parte di Juventus e Guardiola di unirsi in matrimonio è appurata. Non è trapelato ancora nulla, in quanto domenica si terrà la festa all’Allianz Stadium e, giustappunto, il campionato non è ancora finito. Fatto sta che la notizia sarà presto di dominio pubblico. La trattativa è assolutamente reale e il nodo è dato dalle eventuali resistenze del Manchester City, con il quale, lo ricordiamo, Guardiola ha in essere un contratto fino al 2021.

 

Alessio Giannitti e Vincenzo Di Maso