• Tempo di lettura:2Minuti

Esattamente 17 anni (e un giorno fa) l’Italia di Trapattoni affrontò il Messico ai Mondiali di Corea e Giappone.

Gli azzurri erano tra i grandi favoriti del torneo ma le cose non andarono per il verso giusto. La nostra squadra non riuscì a vincere il girone, mentre uscì agli ottavi a causa del vergognoso arbitraggio di Byron Moreno.

Il 13 giugno 2002 l’ultima partita del girone in quel di Yokohama. Il match terminò 1-1, con pareggio di Del Piero nei minuti finali, mentre la Croazia fu sconfitta dall’Ecuador. Il primo gol della partita contro il Messico fu segnato dall’attaccante Jared Borgetti, una rete che sfidò le leggi della fisica.

Su cross di Cuauhtémoc Blanco Borgetti si rese protagonista di un incredibile torsione di testa, nonostante fosse ben seguito da Maldini. Il gol fu un capolavoro, che assunse maggior valore considerata la marcatura corretta di Maldini stesso. Maldini e Buffon, due dei calciatori più forti di tutti i tempi nei rispettivi ruoli…

Questo gol è stato considerato il più bel gol di testa mai segnato in un’edizione dei mondiali. Il cross e il colpo di testa sembravano innocui… Beh, lo sembravano finché il pallone non si insaccò alle spalle di Buffon. Il cross era preciso, ma lento e arretrato, Maldini aveva fatto una diagonale corretta, non facendo girare Borgetti.

Il piccolo errore della difesa azzurra fu quello di lasciare troppo scoperta l’area piccola, con Nesta a seguire l’uomo, fermo restando che Borgetti era stato ben preso in consegna da Maldini. L’altezza dei due era pressoché uguale, pertanto nessuno dei due era favorito rispetto all’altro. Il cross era arretrato e Maldini non si aspettava questo colpo di testa all’indietro.

Il fattore fortuna non va poi trascurato, in quanto il pallone prese l’unica traiettoria possibile per potere andare in rete e mettere fuori causa Buffon. Non è raro vedere gol con colpi di testa all’indietro, ma questo di Borgetti giunse da una palla lenta e con il difensore che lo aveva seguito. E la traiettoria creatasi era assolutamente inusuale…