• Tempo di lettura:2Minuti

Dopo il pareggio contro il torino, Massimiliano Allegri ha rilasciato queste dichiarazioni: “Che ne so che prendo gol da una rimessa laterale? I dati… C’è chi è fissato con i dati ma chi mi spiega perché con l’Ajax abbiamo avuto più il possesso palla e hanno vinto loro? Le partite non si vincono con i numeri ma attraverso la costruzione dell’annata“.

Bisogna premettere che la Juve ha già conquistato il campionato e da tempo sta giocando con il freno a mano tirato, quindi le partite di Serie A assumono un significato diverso. Le parole del tecnico lasciano comunque trapelare che il DNA, con lui alla guida, non si cambia e che la Juventus non cambierà mai tipo di gioco. In caso di permanenza del tecnico livornese, la Juve perseguirà il suo gioco senza tentare di cambiare.

Questo atteggiamento ci lascia assolutamente perplessi, anche perché il campionato della Juve non ha nulla da dire e sarebbe stato interessante utilizzare questi ultimi match come laboratorio per provare nuovi stili di gioco.

Non è poi mancata la stoccata a Guardiola: “Non puoi andare al Bayern Monaco e scimmiottare il calcio del Barcellona”. Il fatto che Guardiola abbia fatto molto peggio di Allegri nelle coppe non dà comunque diritto ad Allegri di attaccarlo. Guardiola ha tentato di perseguire uno stile di gioco che ha avuto grande successo e ha arricchito comunque il repertorio di quel Bayern, che ha vinto comunque campionati.