Marca ha parlato dei grandi nomi che in questa stagione sono in grossa crisi, “in caduta libera”.

Salta subito l’occhio su Miralem Pjanic, centrocampista scambiato dalla Juve con il Barcellona per prendere Arthur. Il bosniaco è sempre più ai margini dello scacchiere di Ronald Koeman e il suo valore di mercato è sceso del 43%.

Roberto Firmino, il cui valore di mercato è sceso del 20% (anche perché è alla soglia dei 30 anni) sta pagando le difficoltà del Liverpool. Aubameyang, classe ’89, sta pagando l’approssimazione del gioco di Arteta.

Dele Alli è stato messo ai margini da José Mourinho. Il centrocampista inglese sembrava dovesse affermarsi a livello mondiale, ma la sua ascesa è stata stoppata. Adesso i due hanno trovato l’accordo per una tregua.

Javier Pastore è stato l’oggetto misterioso della Roma. L’argentino, in netta fase calante, anzi, in caduta libera, ha dato poco e nulla in queste stagioni in giallorosso.

Eden Hazard, reputato da molti negli scorsi anni il terzo miglior calciatore al mondo dopo Messi e CR7, è l’ombra di sé stesso al Real. Tra infortuni e pessima orma Gareth Bale è stato un flop totale con il Tottenham. A fine stagione verrà rispedito al Real, che deciderà il da farsi.

Kepa Arrizabalaga è stato pagato la folle cifra di 80 milioni di euro nel 2018 dal Chelsea. Lo spagnolo, dopo una serie di papere, a perso il posto a vantaggio di Edouard Mendy. Il suo valore è sceso di quattro volte. Tra i calciatori in caduta libera Marca cita Julian Weigl. L’ex astro nascente del Borussia Dortmund, appena 25enne, era nel mirino di Real e Barcellona a inizio carriera. Adesso fatica a trovare spazio nel derelitto Benfica…