Il video di un rider derubato del suo scoooter a Napoli, a Calata Capodichino, mentre effettua la sua consegna, diventa virale. Nelle immagini l’aggressione è violenta e brutale ai danni di questo lavoratore. Gianni Lanciano, 52 anni, padre di famiglia con due figlie, rimasto disoccupato dopo una vita in un supermercato come macellaio, derubato nella notte del primo dell’anno da sei ragazzi con lo scooter. 

Sul sito gofound.me si è subito aperta una raccolta fondi per comprare un nuovo motorino al rider e tentare di risarcirlo del danno subito.
Sono stati raccolti già oltre 11 mila euro. Nella stessa giornata di ieri è stato riconsegnato a Gianni lo scooter rubato.

Tra le tante donazioni è arrivata  quella più eclatante di 2500 euro da parte di Mohamed Fares, esterno della Lazio. 
Ecco che il giocatore della Lazio diventa un campione di solidarietà. Un gesto  fatto in silenzio, infatti ha spiegato al sito ufficiale del club biancoceleste: “La vicenda mi ha colpito e ho sentito di dover agire in prima persona. Non volevo che il mio gesto suscitasse clamore mediatico”.

In rete tanti messaggi di ringraziamento. “Applausi”. “Sei una persona d’oro”. “Il popolo napoletano non dimentica”. Campione di solidarietà.

E il presidente Claudio Lotito ha chiamato al telefono il giocatore congratulandosi per l’eccezionale gesto e  pubblicamente ha sottolineato: “L’affermazione di questi valori viene prima dei risultati , specie quando si tratta dell’aiuto verso i più deboli, da parte di chi è stato più fortunato. Fares ha compiuto un gesto personale che incarna perfettamente lo spirito di diverse altre iniziative che insieme a tutta la squadra e al mondo Lazio portiamo avanti da tempo in favore dei più bisognosi. Il fatto che non abbia cercato clamore lo rende ancora più significativo e degno di apprezzamento da parte della Società e di esempio per tutti”.