In occasione del match di Coppa Italia tra Juve e Inter andato in scena ieri, si sono registrate scintille tra Antonio Conte e Andrea Agnelli.

Palese il concorso di colpa per quanto successo. Panchina nerazzurra e tribuna bianconera si sono punzecchiate sin dall’inizio. Conte ha mostrato il dito medio alla dirigenza della Juve rivolgendo alcune espressioni offensive. Questo è accaduto a fine primo tempo.

Al termine del match, il presidente della Juve ha invece rivolto insulti al suo ex tecnico. Vecchie ruggini mai placate.

Non si può parlare di “cose di campo”, in quanto in campo ci sono i calciatori. Allenatori e dirigenti non possono insultarsi come se fosse un campo di Prima Categoria.

Conte ha fatto il dito medio ad Agnelli? Con l’Avvocato non sarebbe mai successo, in quanto quest’ultimo avrebbe messo da parte qualsiasi provocazione in campo. Ciò che avrebbe dovuto fare Andrea Agnelli è recarsi poi da Conte a chiedere un chiarimento, anche facendogli una ramanzina.

Abbiamo invece assistito a provocazioni e reazioni dozzinali, non degne di una partita a questi livelli.