Sorpresa: il Napoli non è nato affatto il primo agosto 1926

Oggi è il compleanno del Napoli. Vediamo tuttavia perché il primo agosto segna il battesimo ma non la nascita del Napoli

Per tutti il Napoli è nato il primo agosto del 1926. In effetti le cose non stanno proprio cosi. Il Napoli esisteva già, aveva un altro nome.

La prima formazione più o meno stabile di una squadra napoletana risale al 1905, si chiamava Naples FBC: non c’è da stupirsi troppo per il nome inglese. II calcio era nato in Inghilterra, marinai inglesi lo portarono in giro per il mondo (per questo motivo, solo per questo, senza averne altri, si sono per decenni considerati maestri di questo gioco, disdegnando di confondersi con gli altri, rinunciando ai primi mondiali).

Normale che la squadra cittadina dovesse chiamarsi Naples, normale che in quella squadra giocassero i vari Kingdom, Jackson, Potts, Bayon. Il Napoli, ma forse è solo leggenda, non esistono documenti ufficiali, fu fondato proprio da mister Potts, nel 1903.

Perché dunque si dice che il Napoli è nato il primo agosto del 1926? Semplicemente perché il primo agosto del 1926 cambiò nome. Negli anni era diventato, dopo varie vicissitudini e fusioni, Internaples.

Nel 1926 ci fu il primo campionato a girone nazionale in Italia, nacque sostanzialmente allora la serie A. Sembrò più che naturale cambiare nome alla società. Internaples suonava male, anche perché da 4 anni si era nel ventennio fascista. Nomi stranieri non erano bene accetti. Perché non chiamarsi Napoli, il nome per altro della città?

Mettiamola cosi: il primo agosto del 1926 non vi fu la nascita, ma il battesimo della squadra. I nomi dei protagonisti erano sempre gli stessi. Alcuni nomi che poi, giustamente, hanno scritto la storia, prima di entrare nella leggenda del Napoli Su tutti quello di Ascarelli, per molti il più grande presidente della storia del calcio napoletano.

Per capire il personaggio basti ricordare che lui il problema di trattare col Comune per lo stadio non se lo pose. Comprò il terreno nella zona del Rione Luttazzi e lo costruì a sue spese…

 

 

Banner 300 x 250 – Caseificio – Post
Potrebbe piacerti anche