I calciatori coltivati dal Pescara negli ultimi anni

Il Pescara compie oggi 84 anni. Non solo Insigne, Immobile e Verratti. Vediamo tutti i principali talenti che hanno militato nella squadra abruzzese in questi anni

La squadra del Pescara è entrata nelle simpatie di tanti appassionati di calcio grazie anche all’attività del suo social media manager. I commenti dell’account Twitter del Pescara sono simpatici e ottengono tanti consensi e like. La squadra disputa la Serie B e, prima dell’interruzione dei campionati, si trovava più o meno a centro classifica.

La piccola squadra abruzzese ha coltivato tantissimi talenti nell’ultimo decennio. Qualcuno prodotto in casa, qualcun altro pescato altrove e qualcun altro ancora preso in prestito da altre squadre e valorizzato alla grande.

Juan Quintero, Ciro Immobile, Marco Verratti, Lorenzo Insigne, Lucas Torreira, Matteo Politano, Vladimir Weiss, Mattia Perin, Daniele Verde, Gianluca Caprari, Federico Viviani, Bryan Cristante e Rolando Mandragora: questi i talenti principali che hanno giocato nel Pescara negli ultimi anni.

Insigne, Verratti e Immobile hanno trovato la loro massima espressione in Abruzzo grazie alla sapiente guida di Zeman. Il lavoro del boemo è stato fondamentale per la loro ascesa ad altissimi livelli e la conquista del posto da titolare in nazonale. Se l’Europeo si fosse giocato a giugno, con ogni probabilità sarebbero stati tutti e tre grandissimi protagonisti. Eppure, anche tra un anno hanno le carte in regola per esserlo.

Mattia Perin si ritrovò in una squadra debole difensivamente, alternando grandi parate a qualche errore. Il portiere del Genoa ha visto la propria ascesa bloccarsi a causa di qualche infortunio di troppo, ma è un elemento di sicuro valore.

Lucas Torreira, dopo il suo stint alla Sampdoria, ha giocato su ottimi livelli anche in Premier con l’Arsenal. Bryan Cristante è stato eccezionale con l’Atalanta di Gasperini e ciò gli è valso la chiamata della Roma, che lo ha pagato fior di milioni.

Vladimin Weiss, grande talento del calcio slovacco, sarebbe potuto andare in squadre di ottimo livello dopo l’avventura a Pescara. Ha scelto i soldi del Qatar, campionato in cui ha fatto benissimo, prima di tornare a casa allo Slovan.

Matteo Politano ha disputato due stagioni a buonissimi livelli in Serie B con il Pescara. La squadra abruzzese ha funto da trampolino di lancio per il passaggio al Sassuolo, dove ha disputato stagioni soddisfacenti.

Strana invece la parabola di Juan Quintero. Al Porto sembrava dovesse esplodere e arrivare a giocare in una big. La seconda stagione è stata meno positiva della prima, mentre al Rennes ha avuto poco spazio. A 24 anni è tornato addirittura in Colombia, mentre adesso è un titolare al River. Adesso il ragazzo ha 27 anni e meriterebbe una seconda chance in Europa, magari in Serie A.

Federico Viviani, maestro delle punizioni, ha invece deluso. Nella sua carriera l’apogeo è stato raggiunto nella stagione alla SPAL in cui ha segnato tre reti in campionato. Adesso gioca nel Livorno, miseramente ultimo in Serie B.

Nel Pescara ha giocato anche Gianluca Caprari, giocatore vero, ma non esploso totalmente. Dopo un 2016-2017 notevole con il Pescara, il ragazzo è passato alla Samp dove ha regalato sprazzi di ottime giocate. La costanza non è mai stata il suo forte. Il prossimo anno è atteso all’ennesima chance.

Mandragora ha avuto problemi di infortuni e la Juve lo ha poi ceduto all’Udinese. Talento precoce, il centrocampista napoletano non ha confermato le attese. Al Pescara ha giocato la prima stagione da titolare da professionista, quando aveva solo 18 anni.

Daniele Verde era uno dei migliori talenti del settore giovanile della Roma. L’esterno napoletano ha giocato mezza stagione al Pescara, dove ha contribuito in maniera fattiva alla promozione, con due reti anche nei play-off. Il suo lungo peregrinare non si è fermato. Dopo due gol in Liga nella stagione scorsa, Verde sta giocando, senza grande successo, in Grecia con l’AEK Atene.

Oltre alla meteora Pasquato e a Lapadula (arrivato comunque 25enne al Pescara), da segnalare un altro calciatore transitato in Abruzzo. Si tratta del rumeno Alexandru Mitriță, apprezzatissimo a New York.

Potrebbe piacerti anche