Pjanic via in estate? La situazione

Miralem Pjanic aveva mostrato grossi segni di flessione dopo un buon inizio di campionato. Chiaramente adesso la situazione è tutta da vedere, vista l’emergenza coronavirus. Allo stato attuale non è dato sapere quando riprenderà il campionato e se riprenderà per questa stagione.

La Juve era prima in classifica in campionato, con un piede e mezzo in finale di Coppa Italia e pienamente in corsa per i quarti di Champions. Detto questo, il gioco non è stato particolarmente brillante. Finisse qui la stagione, scenario assolutamente reale, perderebbero valore tantissimi calciatori di moltissime squadre. La Juve dovrà gioco forza cedere prima di poter comprare.

Miralem Pjanic è uno dei candidati alla cessione. Il bosniaco ha un contratto con la Juve fino a giugno 2023 con un ingaggio da 6,5 milioni di euro netti a stagione. Il suo valore è decisamente in diminuzione, considerato anche che parliamo di un classe ’90. Transfermarkt riporta 65 milioni, ma sono valori che lasciano il tempo che trovano.

Molto dipenderà dagli acquirenti e dal prezzo che sono disposti a pagare. Il prezzo lo fa il mercato. Sul bosniaco registriamo, per ora, l’interesse del PSG. La Juve vorrà rinnovare il centrocampo e, nel ruolo, l’obiettivo è dare fiducia a Bentancur.

Con il ricavato della cessione di Pjanic, la Juve poi potrà dare l’assalto a Pogba e/o Tonali. E va ribadito un punto: a un’entrata corrisponde un’uscita. L’estate scorsa la società aveva fatto piani diversi, ma le mancate cessioni hanno complicato tutto. Nel prossimo calciomercato non va inoltre trascurato un dettaglio: l’emergenza coronavirus e lo stop dei campionati porterà inevitabilmente a un abbassamento dei fatturati. Se le stagioni non potranno essere concluse, le società perderanno tanti soldi tra diritti TV e botteghino…

Banner 300 x 250 – Horeca – Post
Potrebbe piacerti anche