Inter, perché altri club non hanno puntato su Eriksen?

L’Inter sta spingendo per portare a casa Christian Eriksen. La società nerazzurra sta trovando l’accordo con il giocatore e il Tottenham. C’è un intesa per un contratto fino al 2024. Il calciatore danese arriverebbe alla corte di Conte nel mercato di gennaio.

Molti si interrogano: perché c’è solo l’Inter sul giocatore? Abbiamo parlato dell’interesse del PSG, che però ha tanti giocatori nel ruolo e non ha ceduto nessuno. Ci sarebbero stati club inglesi, ma il ragazzo ha preferito cambiare aria e andarsene dalla Premier.

In Italia una pretendente sarebbe stata la Juve, ma perché non ha affondato il colpo? La Juve avrebbe avuto bisogno di un giocatore più di contenimento. Nel ruolo può impiegare già Ramsey e Bernardeschi, fermo restando che Sarri gioca anche con il 4-3-3 con due giocatori larghi. I bianconeri hanno poi preso Kulusevski per il prossimo anno. Sarebbe pertanto stato difficile liberare una slot a gennaio.

Il Bayern ha Coutinho nel ruolo e, piuttosto, avrebbe bisogno di un intervento più in difesa o, in subordine, di un campione sulla fascia. Sarebbero rimaste Barcellona e Real Madrid. Il reparto del Real è affollatissimo. Come vertice alto possono giocare Isco, Brahim Diaz e James, fermo restando che Zidane gioca spesso con il 4-3-3.

Il Barcellona si ritrova con abbondanza a centrocampo e, anche nel gioco del neo-tecnico Quique Setien, un giocatore come Eriksen non avrebbe trovato spazio, rischiando di finire come Coutinho. Grandissimi calciatori, ma di difficile collocazione tattica assieme a Messi e compagni.

In estate vi abbiamo parlato di un approccio del Napoli per Eriksen, che aveva proposto 7 milioni al giocatore per prenderlo qualche mese fa. Il ragazzo non ha accettato la proposta, convinto di poter approdare a un club più ricco e ambizioso. L’Inter viene da un decennio buio, ma ha storia e una proprietà molto ricca. La base di partenza è ancora lontana dall’Inter del triplete di Mourinho, ma c’è stato un evidente upgrade. Suning porterebbe, dopo Lukaku, il primo calciatore affermato a livello internazionale e all’apice della carriera.

Pertanto, Eriksen non è stato scartato da altri club per motivi tecnici tantomeno per la cattiva stagione disputata finora. C’è il grosso problema delle slot da liberare e tutti i top club non possono muoversi al momento nel ruolo. L’Inter, che ambisce a breve a tornare ad essere un top club anche a livello tecnico, ha fiutato l’affare, si è inserita e vuole chiudere a strettissimo giro.

 

Banner 300 x 250 – Aragon Trasporti – Post
Potrebbe piacerti anche