I numeri e l’upgrade di Jorginho

Jorginho era stato ceduto dal Napoli al Chelsea nell’estate 2018 per 65 milioni di euro. La cifra sembrava alta per molti ma l’italo-brasiliano ha poi risposto sul campo. Dopo l’addio di Sarri in molti pensavano che l’ex Napoli potesse trovare difficoltà, ma il ragazzo ha smentito gli scettici.

Il Chelsea non era partito benissimo sotto la guida di Lampard, salvo poi rimettersi in carreggiata, ma Jorginho non solo è rimasto un uomo cruciale, ma ha guadagnato nuovi adepti. Il tecnico inglese ha trovato un sistema di gioco più efficace. Nonostante Lampard giochi in modo molto diverso da Sarri e Jorginho si ritrovi a giocare in un centrocampo a due, le sue prestazioni sembrano ancora migliori. 

Questo assist per Abraham è stato definito dai commentatori inglesi come uno dei più belli mai visti nella storia del Chelsea:

Jorginho è il giocatore del Chelsea con più passaggi accurati, passaggi a partita, passaggi filtranti, palle recuperate, possessi guadagnati nella metà campo, il 2° per passaggi accurati nella metà campo avversaria, il 3° per possessi guadagnati nella trequarti avversaria. Il suo rating SofaScore è 7.15 in campionato e 7.21 in Champions League.

Il ragazzo ha segnato due gol su rigore contro l’Ajax, a dimostrazione del fatto che è uno dei migliori al mondo nel tirare le massime punizioni. L’ultimo rigore sbagliato risale alla finale di EFL Cup contro il Manchester City.

E c’è, inoltre, una statistica interessantissima: nella scorsa stagione Jorginho è stato il giocatore del Chelsea ad aver servito più filtranti precisi ai compagni. La differenza con altri giocatori è che i compagni ne hanno concretizzati di meno. Lo stesso Lampard ha affermato in tempi non sospetti di non essere assolutamente preoccupato dei pochi assist dell’ex Napoli. “Le statistiche sugli assist vanno prese con le pinze perché possono non essere veritiere. Un assist può arrivare da un passaggio perfetto, da un tiro sbagliato, da una deviazione involontaria da calcio d’angolo, etc. C’è uno spettro molto ampio”. Parole e musica di uno come Lampard che è al quarto posto tra i giocatori con più assist nella storia della Premier League.

Il Jorginho osservato da Lampard lo scorso anno lo ha impressionato in termini di etica del lavoro e leadership dentro e fuori dal campo.

Il numero 5 dei Blues impressiona per i movimenti senza palla, sempre pronto a ricevere, ma anche a creare spazi per i compagni. La sua valutazione degli spazi è spiccatissima e le qualità di leadership spingono i compagni a sfruttarne i movimenti e la qualità di passaggio.

Per coloro che stimano Jorginho non è sorprendente il fatto che un tecnico così diverso da Sarri lo apprezzi almeno quanto l’attuale tecnico della Juve. Claudio Valigi, colui che lo ha lanciato in prima squadra alla Sambonifacese quando il ragazzo, in prestito dal Verona, aveva solo 18 anni, crede che Jorginho abbia ancora enormi margini di miglioramento. “Per lui è stata una curva di apprendimento”, ha dichiarato Valigi a Sky Sports. “Il primo anno è stato importante e credo che acquisirà ulteriore esperienza per migliorare. Jorginho è un giocatore intelligentissimo, dotato di personalità e tecnica, è un elemento che deve essere al centro del gioco, toccando spesso il pallone, il calciatore ideale per chi vuole controllare il possesso”.

C’erano preoccupazioni sul controllo del gioco da parte di Lampard. La difesa è ancora ballerina e i Blues sono work in progress, ma il centrocampo sta rendendo al meglio. L’equilibrio a centrocampo è stato oggetto di dibattito nel corso dell’annata di Sarri ed è un problema che Lampard sta provando a risolvere. Lampard punta ad ottenere il controllo del gioco, in particolare nelle transizioni, fermo restando che la sua squadra appare vulnerabile quando subisce contropiedi. A metterci una pezza ci sono sempre Jorginho, fortissimo nella difesa posizionale, e Kante, un mostro a sradicare i palloni.

Jorginho è il tipo di giocatore che non si limita ad impostare e fare movimento, ma ha anche la capacità di coprire sulle offensive avversarie. Jorginho e Kante, il volante e l’interdittore, il mix perfetto. La coppia è assolutamente complementare, ma manca ancora qualcosa e ciò è dovuto alla difesa di squadra, che presenta ancora falle (come si può notare dai 4 gol subiti contro l’Ajax).

Banner 300 x 250 – Caseificio – Post
Potrebbe piacerti anche