Il presidente dell’Inter Steven Zhang ha parlato a Sky. Le parole proferite non lasciano tanto spazio all’ottimismo. In pratica obiettivo qualificazione Champions e risollevare il bilancio.

”L’obiettivo è tornare in Champions il prossimo anno. Vincere il campionato? 6-7 lo squadre lo vogliono, non è facile. Godiamoci quello di quest’anno”.

”Spero che i tifosi diano tempo e supporto a Inzaghi, che siano pazienti e che credano in lui e gli diano modo di guidare la squadra per continuare questo percorso vincente e continuare ad essere competitivi, anno dopo anno, per poi continuare a vincere tante partite”.

”Con Conte erano differenti i punti di vista sulla situazione. Quello che non era fondamentale per lui, lo era per il club. E viceversa. Conte è un top coach, ma come presidente devo pensare alla solidità della società”. In pratica lo stipendio di Conte e del suo staff erano insostenibili.

”Ora il conto portato dalla pandemia è tale che non possiamo non rivedere la situazione cercando dei risparmi che riportino a un prossimo equilibrio di bilancio. Dobbiamo necessariamente ridurre i costi e controllare i rischi. Questo ovviamente influenza anche il mercato”.

”Conte? Divorzio inevitabile, I nostri differenti punti di vista sulla situazione hanno portato alla separazione. Simone ha le qualità per tenere competitivo il nostro club. Già la scorsa estate la pandemia aveva notevolmente colpito i nostri ricavi ma abbiamo continuato con Conte, concentrandoci sulla stagione convinti che potessimo vincere. La decisione è stata giusta”.

”Non c’è stata alcuna offerta per l’acquisto del club. E d’altra parte noi cercavamo altro. Il nostro obiettivo adesso è ritrovare un equilibrio finanziario attraverso il ridimensionamento dei costi, altrimenti non si troveranno mai nuovi investitori. Mercato? Bisogna ridurre i costi”.