Nell’Arsenal di Emery, il doppio pivot sta funzionando mantenendo assieme la struttura della squadra, ancorando il centrocampo, dettando il tempo di gioco e andando a una caccia continua del pallone, in modo tale che i calciatori più creativi possano sbizzarrirsi negli ultimi metri.

Dai tempi dello schermo difensivo composto da Vieira e Gilberto Silva non si vedeva un centrocampo dei Gunners così bilanciato. Xhaka ha recuperato 72 palloni in stagione e Torreira 68. Tra i calciatori delle top 6, solo Jorginho e Pogba hanno fatto meglio.

Il superamento del girone di Europa League era una formalità, ma in campionato le cose non erano iniziate benissimo. L’Arsenal ha tuttavia mostrato decisi e continui miglioramenti. I Gunners hanno risalito la china anche grazie all’inserimento nell’11 iniziale di Lucas Torreira. L’ex Sampdoria ha preso il controllo del centrocampo assieme all’altro pivot, lo svizzero Granit Xhaka, favorendo il miglioramento complessivo di tutta la squadra.

Prendiamo in esame, tramite questo prospetto Squawka, le performance di Torreira, mettendole a confronto con quelle di tre centrocampisti difensivi top, come Busquets, Kanté e Casemiro.

Busquets e Casemiro hanno molte similitudini, mentre con l’approdo di Sarri al Chelsea il gioco di Kanté è piuttosto diverso rispetto a quelle delle passate stagioni.
Dal prospetto si evince che Torreira ha realizzato più intercettazioni ogni 90 minuti (2,3) rispetto ai tre rivali: al secondo posto c’è Casemiro, con 1,34 ogni 90 minuti.

Torreira sta registrando anche ottime statistiche nei passaggi, portando a termine una media di 60,72 passaggi per 90 minuti nelle sue 11 presenze finora in Premier League. Tra i quattro emerge invece Busquets, che ne ha realizzati 73,42 ogni 90 minuti per il Barcellona.

L’uruguaiano deve invece migliorare nei tackle. Il calciatore dell’Arsenal ha vinto 1,28 tackle ogni 90 minuti. Dei quattro, solo Kanté ne ha vinti di meno, ma questo solo per il cambio di posizione. Il franco-congolese non ha più le consegne difensive che aveva con Conte o Ranieri.

L’altra statistica in cui deve migliorare Torreira è quella degli interventi fallosi commessi: 1,79 ogni 90 minuti, più di tutti gli altri tre calciatori.

 

Vincenzo Di Maso