• Tempo di lettura:1Minuto

Il Covid-19 ha danneggiato lo sport, e ancora una volta il calcio ne ha fatte le spese. In Portogallo, il virus ha annichilito il Belenenses che è stato costretto ad affrontare il Benfica con soli 9 uomini. La partita “giocata” allo stadio Nacional è stata interrotta poco dopo l’inizio del secondo tempo causa della schiacciante predominanza del Benfica sia col gioco che col risultato e soprattutto a causa di un infortunio. La regola dice che non si può giocare con 7 uomini. Il Covid-19 ha colpito tantissimi giocatori (tutti i portieri) della prima squadra del distretto di Belem, quasi tutto lo staff tecnico. Il “risultato” nei primi 45 minuti è stato di 7-0 con le reti di: Kau (autogol), 2 Seferovic (1 rigore), 3 Nunez e 1 Weigl. “È stato un peccato giocare qui stasera” ha dichiarato il presidente Belenenses Rui Pedro Soares. “È una pagina nera per il calcio portoghese” ha detto Rui Costa, presidente del Benfica, aggiungendo che il suo club, “proprio come i Belenenses, è stato costretto a giocare” dalla Lega”.