• Tempo di lettura:2Minuti

La Reggina ha vinto contro il Lecce con grande autorità e saggezza. La squadra allenata da Stellone ha saputo reagire all’aggressività offensiva dei pugliesi e alla fine grazie a Folorunsho a fine primo tempo è riuscita a capitalizzare. Una buona Reggina ha ingabbiato i tre attaccanti del Lecce, anche se ancora la traversa trema ancora. In conferenza stampa, come ha riportato ProgettoTouring, Roberto Stellone ha analizzato la bella vittoria contro il club allenato da Baroni: “trovare oggi un giocatore che non ha fatto una buona partita è impossibile, sia chi è entrato dall’inizio, sia chi è subentrato dopo. Era una partita di prestigio, importante, il Lecce era prima in classifica, veniva da tante vittorie. Noi dovevamo riscattarci dalle partite col Benevento e con l’Ascoli. Dopo la partita con l’Ascoli si è chiuso definitivamente il discorso playoff, ero dispiaciuto, ci speravo ancora… vincendo quella avremmo fatto tre punti importanti che sommati a quelli di oggi potevano ancora farci sognare. Abbiamo fatto una buona settimana, coi ragazzi ci siamo parlati per finire bene il campionato, e poi era una partita bella da giocare. Abbiamo giocato con un  modulo nuovo, che è stato interpretato veramente bene. Dietro avevamo una Reggina compatta che ha rischiato poco e niente, per il resto abbiamo ribattuto bene a tutto. Sono stati bravi tutti quanti dal mio arrivo nel cercare di aiutarmi per capire le loro caratteristiche e uscire da quel momento. Quando la squadra fa prestazioni del genere c’è rammarico, perché si pensa a quello che si poteva ottenere.  Ma non basta avere una buona squadra: si devono incastrare tanti aspetti. Sono soddisfatto del lavoro fatto fino ad oggi, in queste tre partite cercheremo di far giocare qualche giocatore che ha giocato meno”.