Juve-Napoli si è conclusa con la vittoria dei bianconeri di Pirlo. Non bene in avvio gli azzurri, che regalano quasi tutto il primo tempo agli avversari, liberi di costruire senza pressione diverse azioni pericolose. Chiesa, MVP della partita, supera Hysaj con facilità (una costante in questa partita) e trova Cristiano per l’1-0 bianconero, raddoppia Dybala al ritorno in campo con un gran goal. Zielinski Fabian sprecano due occasioni pericolose, ma è Osimhen a regalare una speranza nel finale conquistando un rigore.

Insigne trasforma dal dischetto, ma al triplice fischio la Juventus passa per 2-1 allo Stadium. Meglio gli azzurri nella ripresa, rispetto ad un primo tempo deludente. Le pagelle:

Meret, 6: Poco da rimproverare all’estremo difensore azzurro in occasione dei due goal. Messo in difficoltà in qualche occasione dai compagni in fase di impostazione, riesce comunque a risolvere la situazione con calma.

Di Lorenzo, 7: Il migliore in campo per la costanza dimostrata dal primo minuto di gioco. Spinge con convinzione creando diversi pericoli, ed è pulito in copertura, sbrogliando alcune situazioni pericolose (soprattutto contro Ronaldo, in area di rigore).

Koulibaly, 6-: Luci ed ombre per la coppia di centrali oggi, che alternano momenti di buon calcio in uscita a blackout difensivi che troppo incidono sul passivo del match. Kalidou, specialmente nel primo tempo, si è presentato male a Torino anche questa volta.

Rrahmani, 5.5: Soffre l’1vs1 con CR7 nei primi 45′ e non si comporta meglio dei compagni di reparto in occasione del goal, ma migliora nel corso del primo tempo sia in impostazione sia in copertura, non facendosi più saltare da alcun avversario.

Hysaj, 4.5: Il professore della difesa torna sulla fascia sinistra e terrorizza la difesa del Napoli, subendo costantemente le discese di Chiesa Cuadrado, che faranno il bello ed il cattivo tempo nel corso del primo tempo, saltandolo come un birillo. Esce decisamente troppo tardi dal campo. (76′ Mario RuiSV: Cambio che necessiterebbe di una qualche spiegazione).

Demme, 6: Difficile fare bene oggi a centrocampo, che per 45′ è risultato un reparto quasi completamente assente dal gioco. Il tedesco è il più attivo a smistare palla nel peggior momento del Napoli, si assume infatti responsabilità importanti con diversi rischi, perdendo anche un pallone potenzialmente pericoloso. (54′ Osimhen, 6.5: Victor dovrebbe entrare in campo dal primo minuto di gioco. Entra con la testa giusta, dominante negli scontri fisici. Conquista un rigore nella gabbia di maglie bianconere).

Fabian Ruiz, 6+: Il goal manca da troppo tempo, ma quando sale in cattedra la squadra gira decisamente meglio. Nella ripresa infatti detta bene i tempi di gioco ed affronta con maggiore convinzione gli avversari palla al piede: sta tornando decisamente ai suoi livelli. (89′ Petagna, SV)

Ti può anche interessare: le pagelle della Juve

Lozano, 5: Prova incolore del messicano, che non riesce ad impensierire Alex Sandro, aiutato da un generosissimo Chiesa in ripiegamento. “Chucky” non sembra ancora in forma. (54′ Politano, 5: Perde la metà dei palloni che tocca, e non riesce ad incidere nonostante un miglior Napoli al suo ingresso).

Zielinski, 6+: Come il suo collega di reparto, sembra quasi smarrito nei primi 45′. Ritrova ritmo e convinzione al rientro in campo, con i soliti dribbling ed il dinamismo che lo contraddistinguono. Non riesce a trascinare la squadra come ci aveva abituato nell’ultimo periodo.

Insigne, 6: Fatica ad imporsi, ma cresce con il passare dei minuti, trovando diverse bucate interessanti (una su tutte quella per Di Lorenzo). Trasforma senza paura dal dischetto, ma il suo goal non è sufficiente ad agguantare il pareggio.

Mertens, 5: Difficile ricordare una giocata di Dries nel corso di questa partita, e non ha giocato poco. (76′ Elmas, 6: Bene in progressione palla al piede, ma potrebbe avere maggiore spazio).

Raffaele De Santis