• Tempo di lettura:2Minuti

Non riescono proprio ad andare d’accordo le due stelle del Paris Saint Germain.

Dopo un anno dalla famosa lite su chi dovesse battere il rigore contro il Lione, Neymar e Cavani si sono resi protagonisti di un altro episodio non proprio di amicizia nell’incontro tra Brasile e Uruguay vinto dai verdeoro per 1-0 con gol dello stesso Neymar su rigore.

https://youtu.be/ewCc9hEDa1g

 

L’episodio si è verificato a quattro minuti dal termine quando il capitano del Brasile nel tentativo di sfondare ha subito un fallo da Edinson Cavani. L’impatto mostrato dalle immagini, vista anche la distanza ravvicinata tra i due, non è sembrato troppo violento, eppure Neymar è finito a terra lamentando un duro intervento da parte del suo avversario. L’uruguaiano è stato ammonito e ha considerato la decisione dell’arbitro esagerata. Il Matador, infatti, è andato prima a lamentarsi con il direttore di gara e poi si è avvicinato al suo compagno di squadra nel Psg per invitarlo a rialzarsi. L’ex Napoli ha detto qualcosa a Neymar, il cui contenuto non si è riuscito a comprendere dal labiale, ma aveva tutta l’aria di essere un rimprovero nei suoi confronti, probabilmente per una possibile simulazione.

Queste le parole di Cavani nel post gara:

“È bello giocare partite così intense e combattute affrontando il Brasile, contro giocatori forti come Neymar, a nessuno piace perdere, nessuno vuole giocare senza uscire gli artigli. Questa non è una partita amichevole. Pertanto, alcuni giocatori erano arrabbiati ma quando la partita è finita, tutti si sono calmati. È successo anche a me con Neymar”.

Nonostante questo commento a mente lucida non tira una bella aria, per usare un eufemismo, tra i due.

Sembra plausibile che almeno uno possa andare via da Parigi. Il brasiliano è attirato dalle lusinghe del Real Madrid, ma il più indiziato a fare le valigie sembra essere proprio il Matador che come confermato dal suo agente ha sempre avuto un bel rapporto con il Napoli.

È assolutamente escluso che uno dei due vada via a Gramsci, ragion per cui i diretti interessati dovranno ancora per un po’ convivere da separati in casa.

Discorso diverso per la prossima estate con i tifosi partenopei che già sognano il dolce ritorno… Dolce ritorno che in estate avrebbe potuto concretizzarsi (oramai non è più un segreto), ma la strada potrebbe riaprirsi (ovviamente solo in estate) ed esclusivamente nel caso in cui il PSG lo vendesse a cifre molto vantaggiose.

Alessio Maria Giannitti