In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione in onda su Radio Punto Nuovo, è intervenuto Gigi Moncalvo, giornalista: “Agnelli è stato già sentito in procura nei giorni passati, forse era questo il motivo del nervosismo dell’altra sera. Il Corriere Della Sera dà una notizia firmata dalla redazione dello sport: “è stato ascoltato dai magistrati: la deposizione già archiviata è stata ritenuta irrilevante ai fini dell’inchiesta”. Una deposizione non viene archiviata, vengono messe nel fascicolo e acquisite agli atti. “Definita non rilevante ai fini dell’inchiesta”, ma chi l’ha detto!? Non viene detto. Le deposizioni non vengono archiviate. Queste sono 5 righe probabilmente dettate dall’ufficio stampa della Juventus. Qui i casi sono due: o Andrea Agnelli sapeva o era tenuto all’oscuro di tutto. Se sapeva, non solo sapeva, non poteva non sapere che è una formale che in tangentopoli ha condannato molti. Un signore come Paratici non credo che taccia al proprio presidente la vicenda Suarez: per l’ingaggio, la necessità di chiamare qualcuno al Viminale. Così come non credo che Agnelli non sapesse che dovevano andarsi a trovare un altro centravanti. È possibile che Andrea Agnelli non sapesse quello stesse avvenendo di quello per il futuro centravanti titolare della Juventus. Nell’altro caso lui poteva non sapere, perché vive su un trono. Beh lui non sapeva che Paratici trattava Suarez”.