• Tempo di lettura:2Minuti

La Reggina è quasi salva e punta decisamente verso il finale di stagione con un altro umore. Il passato ha visto una squadra totalmente priva di sensibilità tattica e soprattutto svogliata. L’arrivo di Stellone ha cambiato tutto e adesso gli amaranto sono pronti a provare a trovare un posto per i playoff. 6 sono i punti di svantaggio sull’Ascoli con lo scontro diretto ancora da giocare e di conseguenza ancora molte possibilità di agganciare l’ottava posizione. Se si va a ritroso la situazione è stata ben diversa con la Reggina vicino alla zona playout. Un vuoto che è durato 10 partite con 9 sconfitte e 1 pareggio. Massimo Taibi, dirigente della Reggina ha parlato di quel periodo nefasto per i reggini, come ha riportato CityNow: il black-out con 9 sconfitte in 10 partite? Ci sono dei rimpianti, eravamo partiti benissimo e poi ci siamo fermati. Ancora non ho capito il motivo, faccio anche autocritica, magari avrei potuto fare di più aiutando tecnico e giocatori. Avremmo certamente qualche punto in più in classifica, il rimpianto è non sapere i motivi di quel crollo”.

Foto Video Reggina

La scelta di Stellone ha premiato Taibi che ha svelato un retroscena abbastanza importante: Stellone? Parlo costantemente con lui. Bisogna capire gli obiettivi e i traguardi, il progetto futuro non sarà per le prime posizioni della classifica. Parleremo di questo e anche dell’ingaggio, ci confronteremo presto. Dopo Toscano l’anno scorso avevo 3 nomi, il primo era Stellone e poi Baroni e Rastelli, un ex d.g. però aveva bocciato il profilo di Stellone. Quest’anno siamo tornati su di lui, ho visto che era convinto e aveva la testa giusta. L’ho avuto anche compagno di squadra, so bene i suoi valori e il carattere”.

Foto Twitter account Parma Calcio 1913

Infine Taibi ha parlato di mercato: “Folorunsho con noi anche l’anno prossimo? Vedremo cosa vorrà fare il Napoli, titolare del cartellino. Amione l’ho voluto fortemente, non capivo perchè non giocava, pensavo di aver sbagliato scelta e invece avevo ragione. Anche per lui speriamo di poterlo confermare”.