• Tempo di lettura:2Minuti

Erik Ten Hag sarà il prossimo allenatore del Manchester United. L’ex Ajax ha specificato che Cristiano Ronaldo sarà parte centrale del progetto.

Trascinatore– 24 sono le reti segnate finora da Cristiano Ronaldo questa stagione, divise in 18 in campionato e 6 in Champions League. L’uomo in più di questo Manchester United, che se è finito al sesto posto lo deve solo al portoghese. D’altronde i numeri parlano chiaro anche in quella che è la sua competizione prediletta: la Champions League. In essa è l’unico giocatore dei Red Devils ad aver segnato più di un gol; anche in campionato lui e Bruno Fernandes, a quota 10, sono gli unici arrivati in doppia cifra di gol.

“Non mi fermo”– Data però la stagione deludente del resto della squadra, unite a diverse ipotesi su un suo malcontento, in molti pensavano a un suo addio a fine stagione. Ma lo stesso Ronaldo ha smentito tutto: “Non ho ancora finito qui” queste le sue parole riprese dalle telecamere dopo la vittoria con il Brentford. Quindi la storia tra Manchester United e Cristiano Ronaldo non è ancora finita, e proseguirà sotto il nuovo tecnico Ten Hag.

Nuovo mister– Di scuola Ajax, Ten Hag si è già messo in mostra arrivando in semifinale di Champions League ’18-’19 con una squadra giovanissima. Proprio i giovani sono un principio fondamentale della filosofia del tecnico, e questo potrebbe andare in contrasto con la veneranda età di 37 anni di Ronaldo. Però, diversamente da quanto si credeva, Ten Hag ha specificato come il portoghese rimarrà centrale nella squadra, d’altronde il tecnico non vuole privarsi del suo giocatore più forte. Certo, ci sarà più spazio per qualche giovane in attacco, come Elanga, ma Cr7 rimane un punto fisso nello United. D’altronde sono pochi quelli che riescono a trascinare un team come i Reds con 24 gol, e questo il mister olandese lo sa bene.