Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, Zdenek Zeman ha parlato della lotta Champions. Dalle parole del tecnico boemo emergono critiche, per nulla celate, alla stagione di Juve e Milan.

Era difficile immaginarsi Milan e Juve impegnate in questo testa a testa all’ultima giornata. Innanzitutto perché la Juve ha di gran lunga la rosa più forte rispetto a tutte le altre, Inter compresa. E per me è già una grossa sorpresa che non abbia vinto lo scudetto, figurarsi trovarla attualmente al quinto posto“, ha esordito il boemo.

Sorprende anche il Milan, ma in modo diverso. Se dovesse finire quinto dopo essere stato campione di inverno centrerebbe un record negativo mai raggiunto da quando esiste il nuovo formato della Champions League. Però a me aveva sorpreso di più il primo posto per un girone intero rispetto alla posizione attuale. Nel girone di ritorno il Milan ha perso il passo e la continuità, ma la squadra non poteva reggere quel ritmo“.

Ogni riferimento a Pirlo e Pioli non è puramente casuale. Sulla stagione di Pirlo e sulla rosa della Juve abbiamo speso fiumi d’inchiostro. Il tecnico bresciano ha comunque vinto due trofei e fatto vedere partite di livello. Troppe però le battute a vuoto ingiustificabili. Quella della Juve è stata una vera e propria stagione da saliscendi.

Il Milan partita per andare in Champions. Dopo il girone d’andata concluso al primo posto, era impensabile che i rossoneri potessero calare in questo modo. 33 punti nel girone di ritorno non sono un grande bottino.

Discorso diverso per il Napoli. Gattuso può contare su un ottimo 11 titolare ma la rosa presenza evidenti carenze. Quando la squadra è al completo è da Champions in carrozza. Al contrario, quando ci sono assenze fondamentali, emergono i grossi limiti dei rincalzi. Visti infortuni e covid, considerato il gap evidente con Inter e Juve, il lavoro è stato finora encomiabile.

Appuntamento quindi a stasera, dove tre squadre si contenderanno i due posti Champions rimanenti. Poco dopo le 22:30 sapremo chi farà compagnia a Inter e Atalanta e chi invece disputerà l’Europa League assieme alla Lazio.