• Tempo di lettura:3Minuti

Dopo il turno di Serie A, Lazio e Udinese scendono in campo per la coppa Italia, in una sfida non del tutto banale valevole per gli ottavi di finale. Una sfida unica, secca, che vede le due squadre impegnate a portare avanti il loro cammino nel torneo. Il match è all’Olimpico, in casa biancoceleste, un mese e qualche giorno dopo il pirotecnico 4-4 di campionato.

Un tempo per uno: prima la Lazio poi l’Udinese

Match che parte lento, con le due squadre che faticano a creare grandi occasioni. Con il passare dei minuti però il match inizia a salire d’intensità e al decimo grande occasione per la Lazio con Muriqi che prova di testa ma viene murato molto bene da Silvestri. Al 17’ proteste per i biancocelesti con Muriqi che viene atterrato in area da Becao, ma il Direttore di gara non giudica falloso l’intervento del difensore bianconero. Tre minuti dopo Felipe Anderson crossa in mezzo ancora per il numero 94, ma il suo colpo di testa è preda sicura per Silvestri. Alla mezz’ora prova una timida reazione l’Udinese con Samardzic, il numero 24 ci prova da fuori area ma la conclusione è imprecisa. Ancora Udinese che prova a rendersi pericolosa con Success senza però impensierire Reina tra i pali.

Tornati dall’intervallo, c’è solo l’Udinese in campo: i bianconeri cercano di fare la partita, andando su qualsiasi pallone e creando molto. Success impegna Reina più volte ma il numero 1 rimane attento anche su Beto. Al 71′ il cambio che aspettano tutti: Immobile prende il posto di Muriqi e subito dopo il numero 17 sfiora il gol incrociando col destro ma l’arbitro fischia il fuorigioco. La Lazio continua il suo gioco e all’87 va vicino alla rete del vantaggio con una doppia chance con Milinkovic e Raul Moro ma Silvestri e Udogie negano il gol. Al 96′ Immobile è a un passo dal gol della vittoria: da calcio d’angolo, Milinkovic svetta e il numero 17 non ci arriva di un soffio.

Immobile la decide col pallonetto

Non bastano i 90 minuti a Lazio e Udinese: è tempo di supplementari e la Lazio ricomincia il gioco che aveva cominciato a fare nell’ultima parte di gioco. Al 98′ lampo Udinese con Arslan che scheggia il palo e Felipe Anderson manda in corner. Al 104′ succede qualcosa di strano: Pussetto fa a spallate con Lazzari, l’argentino va fuori e impatta Sarri che cade e perde gli occhiali. Una scena che finisce col sorriso e un abbraccio fra i due. Ma la partita si sblocca all’inizio del secondo tempo supplementare, più precisamente al 106′. La firma è sempre la stessa, quella di Ciro Immobile: Cataldi serve una palla d’oro al numero 17 che controlla e butta la palla in rete con un pallonetto.

Con questo 1-0, la Lazio stacca il pass per i quarti di finale di Coppa Italia che dovrà disputare contro il Milan di Pioli. La gara a San Siro è calendarizzati per mercoledì 9 febbraio ma il programma potrebbe distendersi su due giorni.