In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’ è intervenuto Michelangelo Rampulla, ex calciatore della Juventus: “I portieri di oggi giocano molto con i piedi? Certamente tanti allenatori che hanno svoltato per questo tipo di gioco, avranno valutato i pro e i contro. Io non sono molto convinto di questo. Io credo che possa dare dei benefici, ma è sempre un rischio perché i portieri non sono abituati e ci vuole del tempo per giocare in un certo modo. Poi le statistiche lasciano un po’ il tempo che trovano. Se io non sbaglio nemmeno un passaggio, ma li faccio di un metro dopo risulto il migliore. Sono per un tipo di gioco un po’ diverso. Il portiere deve fare il suo lavorare: parare più palloni possibili. Io devo ammettere di essere stato discreto con i piedi (ride ndr). Buffon in campo a 43 anni e il lavoro di Pirlo? Per quanto riguarda Gigi ha tutto per poter continuare. Non mi stupisce che sia arrivato a 43 anni e ci sia arrivato a questi livelli. Stiamo parlando di un fuoriclasse, senza dubbio uno dei migliori di sempre. Io ho parlato con lui un po’ di tempo fa e gli ho detto “continua più che puoi” e lui mi ha detto “mi diverto ad allenarmi e andare al campo”. Lui vuole continuare perché si diverte. Per Pirlo è partito subito alla Juventus. Bisogna dargli un po’ di rodaggio. Credo sia avvantaggiato dall’avere in squadra fuoriclasse assoluto che lo stanno aiutando. Credo stia facendo bene e se questo è l’inizio ha tutte le qualità per diventare un grande allenatore”.