Stasera il Milan di Stefano Pioli affronterà il Liverpool ad Anfield. Partita difficilissima per i rossoneri, che se la vedranno contro i Reds in uno dei più prestigiosi tempi del calcio mondiale. I precedenti per le italiane non sono positivi, anche se non mancano le imprese.

Le vittorie delle italiane

Le nostre squadre hanno vinto cinque volte ad Anfield. Le ultime due vittorie sono state ottenute da squadre non considerate storicamente delle big. Lo scorso anno l’Atalanta di Gasperini prevalse per 2-0 grazie alle reti di Ilicic e Gosens. Nel match di Bergamo il Liverpool aveva invece vinto per 5-0. Quel successo aiutò la Dea a qualificarsi agli ottavi.

Nel 2012/2013 è degna di nota l’impresa dell’Udinese in Europa League. Nella seconda giornata del gruppo, i Fiulani prevalsero per 3-2. Vantaggio inglese, poi straordinario secondo tempo dell’Udinese, con Di Natale a lanciare la rimonta. Il 3-1 fu segnato da Pasquale e a nulla valse la rete di Suarez, utile solo per il tabellino. Nonostante quell’impresa, i bianconeri non riuscirono a superare il girone.

Nel 2019/2010 una Fiorentina nel suo massimo splendore sconfisse un Liverpool in disgrazia. Inseriti in un girone con Liverpool e Lione, i Viola dominarono. I Reds, oramai eliminati, persero 2-1 contro la squadra di Prandelli. Gilardino fu grandissimo protagonista, mentre i gol furono segnati da Jørgensen e Vargas.

Nel 2000/2001 arrivò la prima e unica vittoria della Roma ad Anfield. Successo tuttavia amaro, che non vendicò la grande beffa della Coppa Campioni persa in casa. All’Olimpico Owen aveva fatto il bello e il cattivo tempo. Al ritorno il Golden Boy fallì un calcio di rigore. Gianni Guigou segnò il gol della speranza, poi l’arbitro prima assegnò e poi revocò un clamoroso calcio di rigore alla Roma. L’1-0 finale non fu così sufficiente per superare l’ottavo di finale, in quanto all’andata i Reds avevano vinto 1-0.

La prima squadra italiana ad aver espugnato Anfield fu il Genoa nel 1991/1992. I Grifoni avevano vinto a Marassi per 2-0. Al ritorno Aguilera spezzo le velleità degli inglesi. A nulla valse il gol di Ian Rush. Nonostante gli attacchi dei padroni di casa, spinti dalla Kop, arrivò poi il 2-0 dello stesso calciatore uruguaiano. Il portiere Braglia fu grande protagonista.

Ti può anche interessare “You’ll never walk alone e le origini a Budapest”

Altri precedenti

C’è grande equilibrio con le italiane, ma ad Anfield hanno spesso prevalso i Reds. Il primo precedente fu contro l’Inter nel 1964/1965. Vittoria inglese a Liverpool per 3-1, ma l’Inter riuscì a ribaltarla a Milan con un secco 3-0. Nella stagione successiva, al primo turno, i Reds ribaltarono lo 0-1 di Torino contro la Juve, vincendo 2-0 in casa.

Nel 2001/2002, nel secondo girone di Champions, il Liverpool sconfisse la Roma 2-0. Ai giallorossi bastava il pareggio ma, spinti dall’entusiasmo della Kop, i padroni di casa, riuscirono a vincere quel match. Notevole un’incornata di Emile Heskey. Nel 2004/2005 i Reds sconfissero 2-1 la Juve in casa. Bianconeri che non andarono oltre lo 0-0 tra le mura amiche.

Nel 2007/2008 i Reds batterono agevolmente l’Inter per 2-0. Babel fece impazzire Rivas mentre Gerrard e Torres furono i mattatori della serata. Il Napoli perse 3-1 in Europa League nel 2010/2011. Azzurri che subirono uno scippo nel 2018/2019, con una clamorosa espulsione di Van Dijk inspiegabilmente negata. Il gol decisivo fu segnato da Salah. Napoli che riuscì a pareggiare per 1-1 nella stagione successiva. Da segnalare il gran gol di Mertens.

Roma che ha nei Reds la propria bestia nera. Nella stagione della semifinale (2017/2018), i giallorossi andarono sotto per 5-0 ad Anfield per poi segnare due reti nel finale. Sia all’andata che al ritorno la squadra di Di Francesco fu penalizzata da tanti errori arbitrali. Gli uomini di Klopp furono superiori a livello di gioco, ma con un arbitraggio regolare magari sarebbe andata diversamente…