• Tempo di lettura:3Minuti

Enzo Luogo ha scritto il libro “Il Molise non esiste”. La piccola regione italiana, per le sue dimensioni esigue e i pochi abitanti, viene accomunata dall’autore a tanti non luoghi italiani.

E anche nel calcio il Molise sembra non esistere. A Milano giocano due calciatori di origini molisane come Cutrone e Vecino, ma l’unico calciatore di serie A nato e cresciuto (anche se per pochi anni) nella regione del Sud Italia è Mirco Antenucci, nato a Termoli 34 anni fa. Antenucci ha peregrinato tanti anni nei campi di periferia e ha vestito anche la maglia del Toro, per poi accasarsi in Championship con il Leeds, dove ha messo a segno 19 reti in due stagioni. A Ferrara ha tenuto una buona media gol e adesso ha iniziato bene la stagione, nonostante la concorrenza di Petagna.

Essendo suoi grandi tifosi, lo sponsorizziamo in maniera semiseria per la nazionale, adducendo vari motivi.

1) A differenza dei calciatori convocati da Mancini, Antenucci ha già vinto un trofeo con la maglia azzurra, ovvero le Universiadi a Smirne nel 2005.

2) Antenucci è arrivato a stare in panchina perche… segnava troppo! Il Leeds avrebbe dovuto corrispondergli un bonus se avesse segnato 12 gol in campionato. Il buon Cellino non era propenso a  fargli corrispondere il bonus e quasi intimò l’allenatore di non farlo giocare più. E a Mirco mancavano solo due gol.

3) Antenucci è colui che ha imitato Cristiano Ronaldo e Bale, segnando un gol straordinario in acrobazia in Spezia-Ternana.

4) L’Italia sta mostrando difficoltà ataviche ad andare a segno. Il ristoratore Mancini ha provato a fare scaldare Lasagna ieri, ma il piatto non è riuscito bene. Immobile non è in forma. Tanto vale puntare sull’irsuto attaccante molisano, che magari risolverà una partita in rovesciata o sforbiciata.

5) Antenucci ha giocato con il Leeds, squadra che Brian Clough definiva: “È la migliore squadra del Paese, con il miglior stadio, il miglior staff e i migliori giocatori” e che negli anni ’50 adottò la maglia bianca in onore del Real Madrid. A questo punto sognamo il bomber di Termoli con la camiseta blanca!

6) La sua barba divenne quasi oggetto di venerazione da parte dei tifosi del Leeds. Questo il berretto molto sui generis diffuso dai tifosi inglesi in suo onore…

7) Antenucci è un simpaticone ma soprattutto è umile. Farebbe bene al gruppo della nazionale e peggio degli attaccanti attuali non può fare!

8) Antenucci è tra i pochi calciatori negli ultimi anni ad aver tirato un rigore a Handanovic senza farselo parare.

Abbiamo riportato ottimo motivazioni, molte delle quali ironiche, ma la nostra nazionale sta davvero inspiegabilmente avendo il problema del gol. Visto che negli ultimi anni in attacco sono stati convocati cani e porci, in fondo in fondo non sarebbe così scandaloso vedere questo mitico bomber di provincia in qualche scampolo di partita in nazionale…