• Tempo di lettura:2Minuti

Un’Inter tenace porta a casa un pareggio importante davanti ad un pubblico da primato (73.000 spettatori, record d’incasso nella storia di un club italiano).

Una partita prettamente di impronta blaugrana con un Suarez che conferma il suo grande momento di forma, mettendo più volte in guardia la difesa nerazzurra e costringendo un ottimo Handanovic ad una serie di interventi importanti. Molto bene Skriniar che fa il solito figurone anche in campo europeo dimostrandosi ormai un calciatore di caratura internazionale. L’Inter ha sofferto: emblematica la statistica dei 20 tiri da parte della squadra spagnola che ha girato meglio la palla anticipando bene le giocate e facendo valere la propria superiorità in fase di possesso e non; d’altronde il valore del Barcellona non lo scopriamo certo oggi.

L’inter ha però dimostrato ancora una volta un’anima e una combattività da ammirare trovando il pareggio con il solito Icardi a cui è bastato un pallone toccato in area per punire Ter Stegen. Da segnalare il gol di un redivivo Malcolm che aveva racimolato appena una manciata di minuti fino ad adesso in stagione.

Insomma, un punto che accontenta entrambe le squadre con il Barcellona che si conferma una delle squadre favorite per la vittoria finale e dà alla squadra di Spalletti un enorme segnale a livello europeo e la avvicina ad una qualificazione che forse al momento del sorteggio non in troppi si aspettavano.