In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione in onda su Radio Punto Nuovo, è intervenuto David Brunelli, avvocato di Stefania Spina: “La mia assistita ha truccato l’esame? La mia risposta è no: la mia assistita ha preparato il candidato Suarez senza far parte della commissione, per cui era designato un altro professore, Rocca. Il quale ha anche fatto un paio di visite partecipando alla formazione di questo illustre candidato e ha visto anche lui come si era preparato. Dopodiché la dott.ssa Spina ha pensato di predisporre un file contente la formazione del candidato e ha raccomandato al candidato di prepararsi su questo perché era un argomento imprescindibile. Dopodiché la professoressa dice che trattandosi di un candidato che non aveva mai messo piede in Italia e che non conosceva la società e i costumi, tutto questo tipo di tematiche non avrebbero potute chiederle. L’unica sarebbe stata la famiglia e su questo ha preparato il candidato. Lui ha inviato il file a Rocca. Dopodiché abbiamo saputo che ha utilizzato quel pdf per fare un esame che corrispondeva a quei temi. Se questo sia reato o meno, non lo so, decideranno su questo. Università? Risulta statisticamente che la maggior parte dei candidati non supera questo esame. E all’università per stranieri l’hanno superato il 100% dei candidati. Non so se si possa parlare di favoritismo per Suarez. Qui il reato è la rivelazione del segreto d’ufficio, se la rivelazione non c’è, il reato non è avvenuto. Poi per il resto sono contrario anche io a favoritismi. Sono tifoso dell’Inter (ride ndr). La Juventus rischia? Non lo so, ma i pm hanno indagato molto sulla famosa desistenza nell’acquistare poi Suarez. Risulta che il 14 di settembre hanno comunicato al giocatore di non avere più intenzione di acquistare il giocatore”.