• Tempo di lettura:2Minuti

Il responso del controllo al ginocchio di Tomori non ha dato esito positivo e l’infortunio è più grave del previsto: lesione del menisco mediale. Il difensore inglese, al rientro dopo un mese di assenza, si è fermato durante la gara di Coppa Italia disputata ieri sera contro il Genoa. Dopo Kjaer, il Milan perde dunque anche l’altro difensore titolare e dovrà correre ai ripari per venire incontro all’emorragia, al buco che si è venuto a creare nel pacchetto difensivo rossonero. Per Tomori si prospetta uno stop di almeno un mese ma non si perderà tempo; il difensore si opererà già nel pomeriggio con un intervento in artroscopia, al fine di accelerare al massimo i tempi di recupero.

infortunio tomori
Fonte foto: MilanLive.it

Maldini e Massara dovranno dunque tornare sul mercato, che sarà necessariamente di reazione e non di potenziamento. Il Milan, fuori dalla Champions e focalizzato sulla rincorsa all’Inter, non può permettersi passi falsi ed è probabile che, a causa dell’infortunio di Tomori, già in settimana si possa accelerare per Botman. Se non si arrivasse al centrale del Lille, la seconda opzione potrebbe essere Izzo. Il difensore granata, ignorato da Juric, è in uscita dal Torino e nelle ultime ore è stato accostato al Cagliari, pedina di scambio (con Baselli) per arrivare a Nandez. Una sfortuna chirurgica per il Milan, che ha perso in un mese i due cardini difensivi.

Seguici anche su Per Sempre News!