• Tempo di lettura:1Minuto

Sono sei gli indagati in casa Juve per falso in bilancio in relazione alle plusvalenze realizzate nelle stagioni 2018-19, 2019-20, 2020-21. 

Oggi pomeriggio la Guardia di Finanza di Torino si è presentata alla Continassa, sede ufficiale del club, per recuperare tutti i documenti utili all’indagine. 

Oltre al presidente Andrea Agnelli risultano indagati anche il vice presidente Pavel Nedved e l’ex responsabile dell’area sportiva Fabio Paratici, più altri tre responsabili dell’area commerciale. 

Secondo le inchieste di Covisoc e Consob era necessario approfondire, quindi aprire un fascicolo, alcuni casi legati a operazioni di plusvalenze tra cui spicca il trasferimento di Miralem Pjanic al Barcellona e lo scambio con Arthur. 

Si tratterebbe in totale di movimenti da circa 50 milioni di euro. 

Attendiamo aggiornamenti nelle prossime ore.