• Tempo di lettura:2Minuti

Pastorello, agente di Romelu Lukaku, rivela che l’ex stella dell’Inter tornerà in Serie A un giorno e conferma che era sul punto di approdare alla Juventus nel 2019: “Aveva parlato con Maurizio Sarri e Cristiano Ronaldo”. Lukaku ha lasciato l’Inter in estate dopo due stagioni al Milan, tornando al Chelsea con un contratto da 115 milioni di euro.

Il suo agente Federico Pastorello ha parlato a Tuttosport della carriera dell’attaccante e di cosa ha in serbo il futuro per il fuoriclasse belga. “E’ il miglior giocatore che ho, ma non è quello che ho ottenuto più facilmente”, ha detto Pastorello.

“Sono stato l’artefice del trasferimento di Antonio Conte al Chelsea e dopo la vittoria in Premier League ha voluto Lukaku. “Romelu giocava per l’Everton in quel momento. L’ho incontrato e gli ho detto che Conte sarebbe stato l’allenatore ideale per lui, ma ha scelto il Manchester United.“

Dopo un anno, lasciato il suo precedente agente, mi ha chiamato con un nuovo numero. Mi ha detto che tutto quello che gli avevo detto la prima volta che ci siamo incontrati, era diventato reale. Quindi voleva che diventassi il suo nuovo agente”.

Lukaku ha trascorso due stagioni al Manchester United, segnando 28 gol in 66 partite. Nell’estate del 2019, sia Juventus che Inter avrebbero voluto ingaggiarlo, ma alla fine i nerazzurri sono riusciti ad assicurarsi i suoi servizi e Conte ha finalmente avuto a disposizione l’attaccante che voleva al Chelsea.

“L’accordo con il Manchester United era sospeso perché Zhang non voleva soddisfare le richieste dello United”, ha ricordato Pastorello. Lo United aveva un accordo con la Juventus che avrebbe comprato Dybala e Mandzukic, Romelu aveva già parlato con Sarri e Cristiano Ronaldo.

“Siamo riusciti a convincere Zhang ad alzare l’offerta e credo che il suo trasferimento abbia spostato gli equilibri in Italia, sarà tutto il rispetto dovuto ai suoi ex compagni di squadra”.

Lukaku ha firmato un contratto fino a giugno 2026 allo Stamford Bridge, ma potrebbe tornare in Italia un giorno?

“Sì, Romelu è innamorato del nostro Paese”, ha ammesso Pastorello. “Ma lascia che si goda il Chelsea ora”.

Il 28enne ha avuto a che fare con un infortunio alla caviglia in questa stagione e ha segnato cinque gol in 15 presenze alla corte dei campioni d’Europa allenati da Thomas Tuchel.