• Tempo di lettura:4Minuti

Finisce 1-1 il big match tra Napoli ed Inter, risultato che consente all’Inter di mantenere la testa della classifica in attesa del match di domani tra Milan e Sampdoria. Il Napoli ha pareggiato una partita che ai punti avrebbe meritato di vincere e che sembrava avere in pugno dopo il gol del vantaggio, mostrando nel primo tempo tutte le peculiarità del gioco di Spalletti, sprecando però tante occasioni per raddoppiare. L’Inter ha mostrato ancora una volta di aver raggiunto un grande livello di maturità, rimettendo in sesto una partita complicata che l’aveva vista fino al gol del pareggio, realizzato in avvio ripresa, in grande difficoltà ed incapace di creare pericoli verso la porta di Ospina.

Spalletti con il consueto 4-2-3-1: Koulibaly rientra in difesa, Fabian Ruiz e Lobotka in mezzo, Politano, Zielinski e Insigne a supporto di Osimhen. Inzaghi risponde con il 3-5-2 con Dimarco al posto dell’infortunato Bastoni, Barella, Brozovic e Calhanoglu a centrocampo, Dzeko e Lautaro Martinez coppia d’attacco. Pronti-via, il risultato si sblocca subito: intervento falloso di De Vrij su Osimhen, Doveri va a rivedere il fallo al Var e indica il rigore. Dal dischetto Insigne trasforma il rigore per il vantaggio partenopeo. L’Inter prova a reagire ma il Napoli sfiora il 2-0: bella discesa sulla destra di Politano, palla a Zielinski, gran conclusione dal limite con palla che si stampa sul palo. L’Inter prova a fare possesso, il Napoli si difende con ordine e riparte veloce in contropiede come al 16′ quando Osimhen ruba il tempo a De Vrij, si invola verso Handanovic e tira trovando l’opposizione di Skriniar. Si fa male Politano, al suo posto entra Elmas. Inter in confusione, Napoli spinge alla ricerca del raddoppio. Osimhen dopo un’imbucata di Di Lorenzo, prova la girata in porta trovando l’esterno della rete. Poco dopo Insigne spreca una ghiotta occasione a seguito di un rimpallo in area provando la mezza rovesciata: palla alta. Prova a reagire l’Inter con un bel lancio di Dimarco per Perisic che in corsa crossa per la testa di Dzeko che schiaccia tra le braccia di Ospina e poco dopo con una buona azione personale sulla destra di Dumfries che da posizione defilata prova il diagonale rasoterra con palla che termina sul fondo. Primo tempo in pieno controllo del Napoli: tanta intensità e qualità degli uomini di Spalletti e grande lavoro dei centrocampisti in fase di non possesso. Inter incapace di servire adeguitamente le punte e di sfondare sulla corsia di sinistra.

Il secondo tempo si apre con il pareggio dell’Inter. Lautaro Martinez defilato sulla destra, crossa in area per la testa di Dzeko. Koulibaly lascia troppo spazio al bosniaco che tira violentemente battendo Ospina. Errore di Barella che innesca il contropiede di Osimhen: gran tiro sul primo palo e ottimo intervento di Handanovic. Cresce l’Inter rispetto al primo tempo soprattutto a centrocampo con Barella e Calhanoglu che aumentano la pressione e Dumfries che crea parecchi problemi a Mario Rui. Al 69′ grande occasione per il Napoli con Elmas che servito in area, calcia verso Handanovic con lo sloveno che devia in calcio d’angolo. Spalletti toglie Fabian Ruiz, al suo posto Anguissa. Più possesso palla dell’Inter ma squadre attente a non sbilanciarsi troppo. Bella ripartenza di Insigne che calcia verso Handanovic trovando la schiena di Skriniar. Nell’Inter escono Lautaro Martinez, Calhanoglu e Dimarco per Sanchez e Vidal e D’Ambrosio. Spalletti manda in campo Mertens, Ounas e Juan Jesus per Osimhen, Insigne e Zielinski. Le due squadre provano a costruire qualcosa nei minuti finali ma le rispettive difese sono attente. Finisce 1-1 con qualche rammarico da parte del Napoli per una partita che aveva condotto alla grande fino al gol del pareggio di Dzeko.