• Tempo di lettura:2Minuti

Giornata cruciale in casa Milan. Oggi, 30 giugno, è la data storica dei contratti in scadenza e in Via Aldo Rossi quelli di Maldini e Massara non sono ancora stati prolungati. Complice un passaggio di proprietà avvenuto nel momento peggiore, il direttore dell’area tecnica e quello sportivo si trovano ad un bivio: continuare il loro ruolo in un progetto nuovo ma di grande prospettiva vista l’ultima stagione, oppure dirsi addio in maniera amara e che annienterebbe quanto di buono è stato costruito in questi ultimi tre anni.

Maldini e Massara sono stati due degli artefici principali dell’ultimo Scudetto, suggellando un periodo d’oro che in casa rossonera non si vedeva da tempo. Due amici, due compagni d’avventura che dietro alla scrivania hanno fatto faville, tra scoperte di giocatori a prezzi stracciati e la fiducia in Stefano Pioli dopo quel famoso 5-0 di Bergamo. Insomma, sono fatti uno per l’altro, un po’ come lo sono stati Micheal Jordan e Scottie Pippen ai tempi dei Bulls. Oggi è il giorno catartico perché si deciderà il loro futuro. Come riporta La Gazzetta dello Sport, filtra ottimismo per arrivare alla firma dei due dirigenti. Il cavillo da sciogliere rimane il potere decisionale che vorrebbe sempre più avere Paolo Maldini.

LA POSIZIONE DI ELLIOTT

Elliott non gradisce da un suo dirigente esternazioni come quelle di Maldini alla Gazzetta, dure e nette contro la proprietà: ‘Trovo poco rispettoso il fatto che a oggi l’ad ed Elliott non si siano neanche seduti a parlare con noi’. Ha puntato su Maldini in un ruolo per lui inedito, gli ha messo a disposizione un ampio budget per l’estate 2021 e molto probabilmente vuole continuare con il modello che ha portato allo scudetto, anche in questa fase di passaggio di proprietà. Magari con un diverso ad, considerato che Ivan Gazidis ha buone possibilità di lasciare il club in autunno.

Domani, 1 luglio, il mercato apre ufficialmente e il Milan potrebbe presentarsi ai nastri di partenza della nuova stagione senza la dirigenza. Un aspetto che tifosi e giocatori si augurano di non doverne a che fare. Vedremo come si evolverà quest’oggi la situazione.

Seguici anche su Per Sempre News