• Tempo di lettura:2Minuti

In queste ore si fanno sempre più insistenti le voci di un ritorno in bianconero di Merih Demiral

L’Atalanta ha tempo fino a venerdì per esercitare l’opzione di riscatto e la volontà della Dea è quella di abbassare la cifra precedentemente pattuita con i bianconeri. 

Il centrale difensivo turco è stato molto importante per Gasperini in questa stagione ma i 20 milioni più bonus, richiesti per il suo riscatto, sembrano eccessivi. 

Nel caso in cui i due club non dovessero trovare un accordo Demiral farà ritorno alla Continassa dove però non vi sosterà a lungo.

L’idea è quella di venderlo per monetizzare e l’indiziato numero uno resta il Newcastle che da tempo è sulle tracce del giocatore ed è disposto a versare anche 30 milioni di euro per portarlo in Premier.

Cifra importante che potrebbe essere reinvestita per Molina, che resta uno dei candidati principali per il mercato estivo della Juventus. 

Oppure Demiral potrebbe servire come pedina di scambio per far approdare in bianconero il centrale difensivo del Napoli, Kalidou Koulibaly.

Il senegalese piace molto ad Allegri e alla dirigenza ed è da tempo nei radar del club come sostituto ideale, sia fisico che tecnico, di Giorgio Chiellini.

Secondo l’edizione odierna de “Il Corriere della Sera” la richiesta del Napoli, 30 milioni, appare eccessiva per un contratto in scadenza nel 2023 per questo la Juventus aspetta di conoscere le mosse dell’Atalanta per capire come procedere nell’offerta ai partenopei.

Ad oggi nè la Juventus, nè gli altri club interessati, come, ad esempio, Tottenham e Barcellona, avrebbero avanzato offerte concrete al Napoli. 

Da qui si fa strada l’idea di restare un’ultima stagione al Napoli di Spalletti per provare a vincere il titolo, per poi dirsi addio allo scadere del contratto.