Come noto, L’Hertha Berlino ha comunicato il licenziamento di Zsolt Petry, allenatore dei portieri ungherese. Quest’ultimo ha rilasciato un’intervista non autorizzata al quotidiano Magyan Nemzet. Petry ha criticato la scelta di Peter Gulacsi, estremo difensore del Leipzig e della nazionale ungherese, di dare il proprio sostegno a favore di una campagna per i matrimoni gay.

Queste le testuali parole, tradotte dal sito www.bundesitalia.com

“Non so cosa abbia spinto Peter a prendere posizione in favore degli omosessuali, dei travestiti e di altre identità di genere. Se fossi in lui come atleta mi concentrerei più sulle questioni sportive e non entrerei nel merito delle questioni sociali e politiche”.

Petry ha anche proferito parole critiche sulle politiche migratorie adottate dall’UE.

“Non capisco come l’Europa possa essere così moralmente in basso. La politica sull’immigrazione esprime questa decadenza. L’Europa è un continente cristiano. Continuiamo a vivere nei valori nazionali che abbiamo imparato negli anni. I liberali gonfiano ogni opinione contraria. Se pensi che l’immigrazione non sia un bene, perché i criminali ora sono in tutto il continente, pensano che tu sia razzista”.