• Tempo di lettura:2Minuti

L’allenatore del Lipsia, Domenico Tedesco, ha voluto dire la sua sull’Atalanta, squadra che sfiderà ai quarti di finale di Europa League. Oltre ad elogiare gli avversari lancia una sfida a Gasperini. Queste sono le sue prime dichiarazioni.

“Pressano uomo contro uomo. Il giocatore che mi ha più impressionato di più? Dal vivo Palomino. Ma ho visto in tv la gara di Demiral a Leverkusen: eccezionale. Gasperini? Tra i migliori allenatori italiani insieme ad Antonio Conte e Ancelotti. Ma anche Max Allegri, che ho potuto vedere dal vivo lavorare alla Continassa in autunno. E poi la vecchia scuola, da Capello a Marcello Lippi: la vittoria del Mondiale 2006 a Berlino è il mio più bel ricordo calcistico da italiano che viveva e vive in Germania”.

Domenico Tedesco

Il tecnico del Lipsia non è l’ultimo arrivato. In terra tedesca è considerato uno dei migliori della nuova generazione di allenatori. L’ha dimostrato conquistando uno storico secondo posto con lo Shalke04 e facendo uscire il RedBull Lipsia da un periodo di forte crisi.

“Temo la fisicità della squadra di Gasperini. Sanno giocare con più moduli e in più modi, sono un avversario pericoloso”.

Domenico Tedesco

Tedesco ha espresso così la sua preoccupazione per la grande duttilità della squadra italiana, che soprattutto in Europa League ha saputo adattarsi alle situazioni di gioco anche più ostiche. Ma lancia una sfida al suo collega Gasperini avvertendolo delle qualità di Silva e Nkunku.

Per questi ultimi spende solo parole positive. Di André Silva elogia la grande passione calcistica e la fame di scendere in campo. Di Nkunku invece le doti tecniche e le qualità sia in campo che al di fuori.

Il doppio match europeo contro l’Atalanta si prospetta eccezionale, ma questo l’allenatore del Lipsia lo sa e cercherà di portare a casa un passaggio di turno contro una squadra che ha già fatto vedere il suo valore e si sa essere molto spiacevole da affrontare.

Seguici anche su Per Sempre News!