• Tempo di lettura:3Minuti

Allo Stadio Anghel Iordanescu di Voluntari, vicino la capitale Bucarest, l’Italia affronta la Romania per continuare il percorso verso il Mondiale del 2023.

Partono bene le ragazze di coach Milena Bertolini con la punizione bassa di Cristiana Girelli che però è centrale e non crea problemi all’estremo difensore romeno Andreea Părăluță.

Due minuti più tardi la stessa numero 10 azzurra si vede annullare un gol per posizione giudicata irregolare dalla direttrice di gara, signora Campos della federazione portoghese.

La gara si presenta con poche emozioni nonostante la superiorità dell’Italia e occorre aspettare il 22’ minuto per l’assist di Giacinti verso Bonansea che sigla il gol del vantaggio italiano.

Dieci minuti ancora Italia pericolosa, stavolta con Giugliano che tenta la conclusione da fuori area, ma la palla termina a lato della porta romena. Stessa conclusione provata al 33’ da Bonansea.

Al 40’ minuto Bonansea cerca di restituire il favore a Giacinti, ma l’assist è troppo lungo per lei e Părăluță riesce a far sua la sfera.

Così, nella ripresa Soffia serve Giacinti, ma il portiere romeno afferra la palla con le mani e difende la sua porta dal possibile raddoppio italiano: ci riesce fino al 53’ quando Bonansea serve Girelli che firma lo 0-2 italiano: per l’attaccante della Nazionale si tratta del cinquantesimo gol con la maglia azzurra.

Tre minuti dopo cross in area ancora per Bonansea, che calcia addosso a Părăluță.

Non passano che soli 6 minuti di gioco perché Boattin da calcio d’angolo trova la testa di Girelli ed è 0-3 Italia.

Dieci minuti dopo arriva l’unica azione pericolosa del match da parte delle romene con la neo-entrata Herczeg che serve in area Carp, ma la calciatrice della Sampdoria al volo si vede respingere il tiro da Laura Giuliani.

Cinque minuti dopo ci prova ancora Girelli con un tiro a giro che vede la pronta reazione di Părăluță che mette in corner.

Tre minuti dopo la neo-entrata Pirone stoppa di petto la palla, e con un pallonetto scrive la quarta rete dell’Italia.

Non finisce qui, in quanto il difensore Ambruș spinge in area Simonetti: per la direttrice di gara non ci sono dubbi e concede il calcio di rigore all’Italia.

Della battuta si incarica Girelli, che segna il quinto gol italiano e la sua tripletta personale.

L’Italia vince, rimane al secondo posto a tre punti dalla Svizzera e si allontana di 6 punti proprio dalla Romania che resta al terzo posto in classifica.

Le azzurre torneranno in campo per la qualificazione verso il Mondiale il prossimo 8 aprile contro la Lituania.

Da segnalare l’esordio in maglia azzurra di Norma Cinotti.

Formazioni:

Romania (4-2-3-1): Părăluță ©, Corduneanu (Herczeg), Oprea, Ficzay, Geréd, Bortan (Marcu), Vătafu, Carp (Ambruș), Ciolacu, Meluță, Rus (Bălăceanu). All. Cristian Dulca

Italia (4-3-3): Giuliani, Soffia, Gama © (Salvai), Linari, Boattin, Glionna (Bonfantini), Giugliano (Cinotti), Simonetti, Bonansea (Serturini), Giacinti (Pirone), Girelli. All. Milena Bertolini

Reti: 22 pt. Bonansea (I), 8 st. Girelli (I), 16 st. Girelli (I), 42 st. Pirone (I), 45+4 st. rig. Girelli (I)

Ammonizioni: Simonetti (I), Corduneanu (R).

Seguici anche su www.calciofemminileitalia.it