La Lazio, reduce da 5 vittorie consecutive in campionato, centra il risultato al Gewiss Stadium e vince sull’Atalanta per 3 a 1, vendicando così l’eliminazione dalla Coppa Italia da parte degli Orobici.

Match che parte subito con un gol al 3’ di Marusic. Milinkovic-Savic colpisce il palo, ma a inizio ripresa Correa segna il raddoppio. L’Atalanta reagisce e a 10 minuti dalla fine torna in partita con una rete di Pasalic. Entrano Pereira e Muriqi che dopo 3 minuti confezionano la rete che chiude definitivamente il match. La Lazio sorpassa l’Atalanta in classifica e si piazza al quinto posto con il Napoli, che però deve ancora giocare una partita con la Juventus.

La sfida contro la squadra di Gasperini per tutti gli appassionati di calcio è diventata una mania, tanto che è sempre imprevedibile il risultato finale.
Infatti a soli quattro giorni dalla sfida di Coppa Italia, la squadra di Inzaghi è scesa in campo con una formazione perfetta, proponendo gioco e tecnica da big di serie A.

Una Lazio diversa da quella che abbiamo visto a Bergamo giovedì scorso, annebbiata e poco incisiva che non è riuscita ad approfittare del vantaggio dell’uomo in più per quasi un tempo. Mentre ieri è stata la Lazio che molti tifosi vorrebbero vedere sempre.

Le scelte tattiche che fanno da ciliegina sulla torta, le ultime sostituzioni sul 2-1, fuori le due punte titolari, Correa e Immobile, dentro gli attaccanti di riserva, Pereira e Muriqi che confezionano lo spettacolare contropiede ispirato da Milinkovic, terzo gol, quello del successo e della rivincita più attesa.

Peccato che nel finale, a pallone già fermo, si assiste a un battibecco partito a metà campo. Coinvolti Acerbi e Toloi per primi, poi in seguito tra il collaboratore di Gasperini, Cristian Raimondi, e quello di Inzaghi, Mario Cecchi. Ed è proprio Inzaghi, mentre parte del gruppo festeggia, a richiamare il suo assistente: “Mario, Mario…”. E lo va a portar via mentre discute con Raimondi.

Serafico, il tecnico della Lazio, non cade nella provocazione e riprende Cecchi dicendogli: “Tutte le volte, tutte le volte e non sai manco chi è”. Nei pressi della discussione c’è anche Reina, che con Acerbi si allontana.
Scaramucce tra le parti, tutto sembra finito lì.

Nelle interviste post match si registra una diatriba a distanza tra Gasperini e Farris, il vice di Inzaghi.

Insomma, Lazio-Atalanta è un match che si distingue a tutti gli effetti e porta con se tutte le caratteristiche che entusiasmano i cultori del calcio.

Seguici anche su www.persemprenews.it