• Tempo di lettura:2Minuti

Il Milan era ad un passo dal firmare il centrocampista Kouadio Kone all’inizio di quest’anno e adesso il centrocampista ora sta facendo le fortuna Borussia Monchengladbach, suo nuovo club.

Kone è saltato agli onori della cronaca come grazie ai gol siglati nella vittoria per 5-0 del Gladbach sul Bayern Monaco ieri sera nella DFB-Pokal e il 20enne sta iniziando a impressionare nelle cinque presenze con il club tedesco tra campionato e coppa.

Di Marzio ha fornito un retroscena sull’inseguimento di Kone da parte del Milan, partendo dal confermare che il Milan ha da qualche anno scout in Francia per cercare di scovare talenti ad un alto rapporto qualità-prezzo, cosa che si è già verificata negli acquisti di Pierre Kalulu, Fode Ballo-Touré, Mike Maignan e Yacine Adli che arriverà presto.

Era dal gennaio 2021 che il Milan inseguiva Kone come obiettivo per il centrocampo e cercava seriamente di attirarlo a Milanello. Il Tolosa ha chiesto 10 milioni di euro; troppo per il Milan che non è andato oltre i 6 milioni di euro, convinto di poter trovare un accordo.

Poi è arrivato il Borussia, che aveva più risorse economiche a disposizione in quel momento, ed è stato anche in grado di dare maggiori garanzie dal punto di vista del minutaggio di gioco previsto. Secondo il suo agente Maarek, non ci sono rimpianti nell’aver scelto la Germania al cospetto del fascino del Vecchio Diavolo.

“Per Koné non è stato facile scegliere. Il Milan era molto vicino, poi è arrivato il Borussia Monchengladbach: per i giovani la Germania è considerata un Paese dove possono fare un passo in più e giocare con più continuità”.

Per Maldini e Massara è un rammarico ma anche un piccolo orgoglio e un buon segnale perché erano a un passo dall’ingaggio dell’ennesimo giocatore che sta dando buoni riscontri, il che di per sé è l’approvazione che il loro lavoro di scouting in terra francese sta funzionando.