• Tempo di lettura:2Minuti

Oggi la Juventus ha annunciato i nuovi numeri di maglia per la stagione 2022-2023.

Dopo i saluti a tre giocatori cardine, Alvaro Morata, Paulo Dybala e Federico Bernardeschi, da oggi può partire il restyling  dei bianconeri.

Il nuovo corso parte dalle maglie quindi ed ecco che Dusan Vlahovic, dopo aver ereditato la pesante casacca numero 7 di Cristiano Ronaldo, vestirà la 9, liberata da Morata. 

Da DV7 a DV9 quindi con una maglia che fu tra gli altri di Higuain, Ibrahimovic e Inzaghi.

Numero da bomber dichiarato e pilastro dell’attacco a tutti gli effetti, proprio come lo vuole Massimiliano Allegri che più volte ha sottolineato come sarà proprio questa stagione a veder sbocciare Dusan alla Juventus.

Il suo numero 7 non resta senza proprietario e passa a Federico Chiesa, che in precedenza vestiva la 22, che ne eredita oneri e onori. 

In molti credevano che spettasse proprio a lui la numero 10 ma la società ha optato per una scelta diversa. 

È proprio questo numero che, dopo la partenza di Dybala, resta libero e la cosa balza subito all’occhio. In realtà questa situazione ha i giorni contati perché, quasi sicuramente, sarà Paul Pogba a portare sulle spalle il peso della maglia più prestigiosa.

La numero 10 fu indossata da leggende come Michelle Platini, suo connazionale per altro, da Zidane, da Del Piero per vent’anni, da Tevez e infine da Dybala.

TuttoSport esclude che il francese possa tornare alla Juve con il suo vecchio numero 6, attualmente occupato da Danilo, e questo si spiegherebbe anche con la volontà della società di superare il traumatico addio a Dybala nel minor tempo possibile. 

C’è grande attesa per scoprire quale numero accompagnerà il Pogba-bis. La certezza è che Paul tornerà a essere leader a centrocampo e non potrebbe farlo con un altro numero se non il 10.

Seguici anche su Instagram.