• Tempo di lettura:2Minuti

In attesa di capire quali saranno i colpi in entrata e uscita, la Juventus lavora per blindare uno dei suoi pezzi pregiati: Matthijs De Ligt. Il difensore olandese ha il contratto in scadenza nel 2024 e i bianconeri, considerando l’addio di Chiellini e l’età avanzata di Bonucci, vorrebbero rinnovarlo per far sì che diventi uno dei punti fermi per il futuro della squadra assieme a Chiesa e Vlahovic. Ad oggi il classe ’99 percepisce uno stipendio di 8 milioni netti più 4 di bonus e la Juventus, per prolungare la permanenza, vorrebbe abbassare la quota di ingaggio. Un’idea che l’entourage del giocatore potrebbe anche accettare a patto che la clausola rescissoria scenda da 120 a 70 milioni di euro.

Il rinnovo di De Ligt è sicuramente una delle priorità di Cherubini e Arrivabene, considerando la stima che le diverse big d’Europa provano nei confronti dell’ex Ajax. Una delle più interessate è il nuovo Chelsea di Todd Boehly, che sarebbe disposto a mettere sul piatto 70 milioni di euro per strappare De Ligt alla Juve. Molto probabilmente, un’offerta ufficiale verrà formalizzata una volta che Rudiger farà definitivamente le valigie per Madrid, visto che i Blues vogliono tutelarsi con la partenza del tedesco. Considerando anche che Azpilicueta potrebbe fare ritorno in Spagna, il club londinese ha uno stra bisogno di acquistare un centrale di livello.

Chiaramente, se De Ligt dovesse essere ceduto a breve, gli acquisti di Di Maria e Pogba sarebbero imminenti, visto che la Juve si libererebbe di uno slot pesante per quanto riguarda il monte ingaggi. I tempi per l’argentino e il francese, di fatto, sono lunghi perché ci sono distanze economiche tra le parti. Inoltre, fino a quando Chiellini, Dybala e Bernardeschi non trovano squadra, i loro stipendi saranno pagati fino al 30 giugno.

Seguici anche su Per Sempre News